ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùAccessori e abbigliamento

Marina Bindi crea borse e denim per celebrare Los Angeles

L’uncinetto diventa moderno e colorato per pouch mini, maxi e da portare come zaino, mentre jeans e giubbini si vestono di palme

di Paola Dezza

2' di lettura

Suggestioni che richiamano il cinema americano e quella Los Angeles di palme e sole che ha fatto da sfondo a tante storie sul grande schermo. Parte da qui il desiderio di Marina Bindi di creare un proprio brand di capi di abbigliamento unici e di borse realizzate con la tecnica dell’uncinetto. L’attività inizia in maniera amatoriale: «La moda è sempre stata la mia passione - dice Marina -. Ho da sempre lavorato all’uncinetto con mia mamma e mia nonna». Il nome del brand unisce il suo diminutivo e la città che ama: Baba Los Angeles.

Marina ha iniziato dapprima a dipingere palme: «Le prime che ho realizzato sono state dipinte su tela per il ristorante di mio marito, alcuni quadri che poi ho venduto - racconta -. Dopo aver lavorato in molti negozi nella zona in cui vivo (Sanremo, ndr), ho deciso di fare qualcosa di mio. Amo l’atmosfera da sogno e le palme di Los Angeles e ho deciso di trasferirle sul denim». Marina inizia a creare il suo stile partendo da giubbotti e pantaloni jeans, sui quali applica appunto palme stilizzate.

Loading...

«In un secondo momento ho iniziato con l’uncinetto - dice -. Mi piaceva usare il crochet in modo diverso, una maniera elegante e più moderna. Evitando in primis l’effetto borsina della nonna. Sono partita dal materiale e ho messo nel lavoro tanta ricerca, ho impiegato ben sei mesi per avere il filo perfetto, che andasse bene per i modelli che avevo in mente. Un modello di borsa che non si rovina. Ho fatto tantissime prove, ma sono arrivata al risultato sperato».

Le borse hanno subito successo e approdano a Milano e Torino in due showroom. Fino a quando è rimasta da sola Marina ha prodotto circa 250 borse all’anno, poi con la ripresa post Covid ha scelto di rivolgersi a un produttore che potesse aiutarla a gestire gli ordini in arrivo, sempre più numerosi. Ad aiutarla c’è anche la figlia che segue in particolare il tema marketing.

«Adesso la collezione è stata ampliata con modelli di abbigliamento da cocktail con paillettes e lustrini - racconta -. Le stesse borse sono state perfezionate».

I modelli delle borse sono tre, mini pouch, pouch e sack pouch, che vengono declinati in diversi colori, dal verde prato al lilla, dal rosa intenso al bluette per passare poi a colori tenuti, argento e così via.

«La differenza nella lavorazione delle borse dell’ultima collezione sta nell'avere utilizzato tre fili insieme invece di uno come lo scorso anno - racconta ancora Marina -. Il denim è tutto dipinto a mano. Ad arricchire i capi di abbigliamento abbiamo realizzato un completo tutto ricamato a mano In due versioni, una con paillettes e una senza. Anche i pantaloni full paillettes sono stati fatti a mano».

Riproduzione riservata ©

Consigli24: idee per lo shopping

Scopri tutte le offerte

Ogni volta che viene fatto un acquisto attraverso uno dei link, Il Sole 24 Ore riceve una commissione ma per l’utente non c’è alcuna variazione del prezzo finale e tutti i link all’acquisto sono accuratamente vagliati e rimandano a piattaforme sicure di acquisto online

  • Paola DezzaCaposervizio Responsabile Real Estate

    Lingue parlate: inglese, francese

    Argomenti: mercato immobiliare, architettura, finanza immobiliare, lifestyle, turismo, hotel e ospitalità

    Premi: “Key player of the italian real estate market” di Scenari Immobiliari

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti