aziende al tempo del covid

Marinella accelera sull’e-commerce e rafforza lo spirito di squadra

L’azienda napoletana famosa nel mondo per le cravatte ha chiuso i negozi ma continua a lavorare, racconta l’ad Maurizio Marinella, affiancato dal figlio Alessandro

di Vera Viola

default onloading pic

L’azienda napoletana famosa nel mondo per le cravatte ha chiuso i negozi ma continua a lavorare, racconta l’ad Maurizio Marinella, affiancato dal figlio Alessandro


3' di lettura

Marinella, la casa napoletana di moda maschile, nota soprattutto per le sue cravatte, attende la fine del lockdown e intanto presta servizi e assistenza ai clienti che in questo periodo hanno optano per l’e-commerce. Così Maurizio Marinella, alla guida della società di piazza Vittoria, a Napoli, racconta i giorni della quarantena da Covid-19.

Iniziamo dalla parte produttiva: avete chiesto una deroga – come previsto dai provvedimenti del Governo - se avete strutture produttive o siete completamente fermi?
Abbiamo scelto di fermare le nostre attività di negozio e di produzione qualche giorno prima dell’effettiva chiusura da parte del Governo. Abbiamo accolto le chiare indicazioni del premier Conte e con un’assunzione di responsabilità, verso i dipendenti e i clienti, pur non essendoci ordinanza ufficiale, abbiamo chiuso i nostri negozi sul territorio nazionale e la produzione. Ci siamo sentiti in dovere di tutelare tutte le persone direttamente o indirettamente esposte ad un possibile contagio. Ad oggi, le attività sono ancora ferme, eccezion fatta per l’e-commerce che, ovviamente non lavora a pieno regime, ma per il quale cerchiamo di garantire le spedizioni in termini ragionevoli.

Quali misure avete adottato per i lavoratori come conseguenza del lockdown?
Abbiamo attivato un periodo di cassa integrazione per tutti i nostri dipendenti. In ogni caso per mantenere la busta paga congrua nel mese di marzo si è provveduto a pagare tutte le ferie arretrate ai dipendenti alla data del 31 dicembre 2019. Con l’avvio della Fase 2, contiamo di aprire, con le dovute precauzioni e nel rispetto di tutte le regole, anche i negozi il cui personale, per ovvi motivi, sarà presente a rotazione. Chiaramente, tutto questo, quando e se la riapertura sarà ufficialmente e formalmente consentita.

Quali misure avete adottato per la gestione dei negozi? Avete chiesto ai proprietari deroghe per gli affitti?
Abbiamo usufruito del credito di imposta. Abbiamo ritenuto, come prassi aziendale usuale, pagare.

Vi siete attrezzati con l’e-commerce? Se sì, praticando che tipo di sconti?
L’e-commerce era già stato avviato prima della pandemia, grazie al lavoro fatto da mio figlio Alessandro che mi affianca in azienda, aggiungendo un ulteriore servizio di assistenza ai clienti che, spesso, ci contattano via email o anche al telefono per gli ordini. Attualmente, stiamo procedendo con l’alimentare i prodotti presenti sul sito. Le attività stanno andando avanti e il riscontro è positivo, nonostante un chiaro rallentamento a causa del periodo che stiamo vivendo.

Potete fare una previsione di perdita di fatturato per il 2020?
E’ difficile fare una previsione ora come ora. Non sappiamo come si evolverà il tutto, quando si aprirà e con che modalità. La valutazione potrà essere fatta solo quando vi sarà una riapertura che consentirà di capire anche quale sarà la risposta del mercato. Per il momento non facciamo previsioni, cerchiamo solo di essere pronti a riaprire quando ce lo consentiranno.

Qual è, volendo costringersi a vederlo, un lato positivo di questa crisi?
Non vorrei essere scontato, ma questo stop forzato ci ha costretti a riflettere su una serie di cose che riguardano l’azienda. Spunti positivi che possono portare a dei miglioramenti. Abbiamo avuto modo anche di rafforzare il nostro spirito di squadra e, uniti, siamo pronti a ricominciare. Siamo coscienti che la ripresa non sarà facile, ma sono certo questa unione sarà un grande punto di forza. Sento i miei dipendenti, giornalmente, questo aiuta a far crescere il nostro rapporto. Ho sempre detto che sono come una famiglia e questa quarantena la si vive con la famiglia.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti