Urne aperte

Mascherina, gel e distanziamento: le regole per votare in sicurezza

Insediati i seggi. Nel protocollo del Governo il divieto di andare a votare se si ha temperatura superiore al 37,5° (non verrà misura all’ingresso) e scheda inserita nell’urna da parte dell’elettore

Elezioni in tempo di Covid: ecco il protocollo

Insediati i seggi. Nel protocollo del Governo il divieto di andare a votare se si ha temperatura superiore al 37,5° (non verrà misura all’ingresso) e scheda inserita nell’urna da parte dell’elettore


2' di lettura

Accessi contingentati agli edifici che ospitano i seggi, percorsi distinti di entrata e di uscita, distanziamento tra i componenti del seggio e tra questi e gli elettori, disposizione delle cabine elettorali che tengono conto dello spazio disponibile e delle necessità di movimento. E, ovviamente, uso obbligatorio della mascherina da parte di chiunque. Il 20 e 21 settembre si svolgeranno le prime consultazioni elettorali dall’inizio dell’emergenza Covid e da tempo nelle scuole, nelle palestre e nei teatri dove sono stati insediati oggi i seggi sono state disposte le misure sulla sicurezza sanitaria. Ecco le precazuoni che devono essere rispettate da chi andrà a votare.

Non andare al seggio con temperatura superiore ai 37,5°

La prima regola basilare: non andare a votare se si ha una temperatura superiore a 37,5°o si hanno sintomi da Covid. Il suo rispetto è rimesso alla responsabilità di ciascun elettore: per l’accesso ai seggi non è prevista la misurazione corporea. Non bisogna andare al seggio anche se si è stati in quarantena o isolamento domiciliare negli ultimi 14 giorni o si è stati in contatto con persone risultate positive.

È prevista la possibilità del voto a domicilio. Finora sono meno di un migliaio le domande arrivate per esercitare il diritto di voto da casa, anche se malati in isolamento domiciliare sono a quasi 40mila, senza contare tutti coloro che sono in quarantena perché per contatti stretti con persone positivi.

Mascherina obbligatoria per tutti

Per accedere al seggio elettorale è obbligatorio indossare la mascherina. Una regola che vale non solo per gli elettori ma per chiunque abbia diritto a entrare, come a esempio i rappresentanti di lista. Per evitare gli assembramenti, nei seggi con più sezioni elettorali si attenderà il proprio turno per votare in spazi esterni alla struttura.

Al momento dell’ingresso al seggio si dovrà igienizzare le mani con il gel che si troverà vicino alla porta. L’elettore, una volta che si è avvicinato agli scrutatori per l’identificazione e prima di riceverela scheda e la matita, dovrà di nuovo igienizzarsi le mani.

CAMERA, COME CAMBIA SECONDO L'IPOTESI REFERENDARIA
Loading...

Distanze di sicurezza dagli scrutatori

Durante tutta la procedura si deve rispettare il distanziamento dai componenti del seggio (almeno un metro) con una distanza maggiore nel momento in cui bisognerà rimuovere la mascherina per il riconoscimento.

Dopo aver votato e ripiegato la scheda elettorale, spetterà all’elettore inserirla nell’urna. Una volta completata l’operazione di voto è consigliato igienizzarsi (per la terza volta) le mani.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti