Gli esperti: parola alla politica

Via le mascherine all’aperto, Speranza: stop dal 28 giugno

Già Francia, Germania e Spagna sono andate in questa direzione

(foto Ansa)

3' di lettura

Dal 28 giugno si potrà circolare all’aperto senza indossare la mascherina. «Dal 28 giugno superiamo l’obbligo di indossare le mascherine all’aperto in zona bianca, ma sempre nel rispetto delle indicazioni precauzionali stabilite dal Cts», ha annunciato il ministro della Salute Roberto Speranza con un post su Facebook, pubblicato nella serata di lunedì 21 giugno. .

Il pressing di maggioranza e opposizione

Il via libera del ministro è stata la conseguenza del parere del Cts, che ha detto sì a questa soluzione. Il governo dovrà ora emanare un provvedimento che recepisca lo stop dell’obbligo delle mascherine all’aperto. La politica in questo caso ha dato la linea: già prima che gli esperti si riunissero, dalla maggioranza all'opposizione era giunta la richiesta di cancellare l'ultimo simbolo del braccio di ferro contro la pandemia coronavirus, dopo il venir meno del coprifuoco. Lo stop a questa misura sarebbe in linea con le soluzioni adottate in Francia, Germania e Spagna: paesi che hanno già fatto “pollice verso” nei confronti di quelle protezioni che gli italiani hanno l'obbligo di indossare all'esterno dall'8 ottobre dello scorso anno.

Loading...

Il parere degli esperti

L'indicazione del Cts - arrivata dopo confronto durato oltre due ore - non contiene precise indicazioni temporali. A segnare la data sul calendario dovrà essere il governo, cosa che poi è accaduta con il post del ministro della Salute. Come detto, i giorni favoriti potrebbero essere il 28 giugno, quando anche l'ultima regione gialla, la Val d'Aosta sarà bianca, o una settimana dopo, il 5 luglio. Secondo alcune fonti, la scelta cadrà sulla prima data. Nell'Italia tutta in zona bianca dunque potrebbe non esserci più l'obbligo di indossare le mascherine all'aperto. Secondo gli esperti del Cts sarebbe opportuno comunque mantenere il distanziamento, se non si è congiunti, e la mascherina andrà comunque indossata nei luoghi a rischio assembramento all'aperto così come sui mezzi di trasporto ma non quando si è a tavola.

Pressing bipartisan: stop alle mascherine all'aperto

L'idea di far saltare la misura all'aperto convince un po' tutti. E, di conseguenza, il via libera del Cts potrebbe essere oramai maturo. È stato il presidente del Consiglio Mario Draghi ad aprire a questa ipotesi, chiedendo al ministro della Salute Roberto Speranza di convocare una riunione degli esperti affinché dessero la linea. Nella maggioranza Lega (il leader Matteo Salvini è in prima fila), Forza Italia e i Cinque Stelle hanno insistito sul fatto che indossare mascherine all'aperto non abbia più senso di fronte a un trend costante di numeri in calo sui contagi (anche se la minaccia delle varianti, a cominciare dalla Delta, desta preoccupazione) e un miglioramento della situazione nelle terapie intensive. Il Pd e il ministro Speranza, da sempre fautore di una linea più orientata alla prudenza, sono a favore dello stop. Anche dall'opposizione Fratelli d'Italia per voce della presidente Giorgia Meloni ha chiesto lo stop.

Le valutazioni degli esperti

Il via libera degli esperti è scaturito da una valutazione sullo stato di avanzamento della campagna vaccinale. con oltre il 53% della popolazione che ha effettuato almeno una dose e circa il 27% ad aver completato il ciclo. I numeri dei contagi continuano a migliorare, di qui la scelta di allentare la stretta.

Liberi tutti vigilato

Sembra ormai certo, infatti, che togliendo la mascherina bisognerà comunque mantenere il distanziamento se non si è congiunti e quest'ultima andrà comunque indossata nei luoghi a rischio assembramento. Un “liberi tutti”, che sarà tuttavia “vigilato”. Dopo le scene del fine settimana, con mascherine abbassate e controlli blandi, il sottosegretario all'Interno Nicola Molteni ha annunciato l'arrivo, dal 19 luglio al 5 settembre, di altre 2.300 unità di personale della Polizia di Stato, Carabinieri e Guardia di Finanza che andranno ad affiancare gli agenti in organico ordinario per il controllo del territorio.

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti