I casi

4/7Industria

Masseria Fruttirossi espande gli impianti ma gli aiuti non arrivano

A Castellaneta Marina, in provincia di Taranto, c’è il più grande produttore italiano di melograni. Masseria Fruttirossi, con 350 ettari, si appresta afare il terzo raccolto che, in uno stabilimento al centro del campo, verà in parte confezionato fresco in parte trasformato in succi e chicchi pronti all’uso.

«Abbiamo presentato domanda di finanziamento nel 2016 - racconta Dario De Lisi, responsabile commerciale e marketing, dalla logistica - inaugurato l’impianto nel 2018 e firmato il contratto solo nel 2019. Ma ad oggi non abbiamo ancora visto un euro». L’investimento realizzato a Castellaneta ammonta a 50 milioni e il contributo accordato a 20 milioni. «In verità - aggiunge De Lisi - la nostra domanda è rimasta ferma a lungo poichè fortuna ha voluto che la inviassimo in una fase di indisponibilità di fondi. Quando Invitalia ha fatto cassa l’iter è partito». Poi aggiunge: «Intanto siamo andati avanti con mezzi propri. Ormai abbiamo chiesto il saldo».

Raccolti i frutti, in parte vengono selezionati e confezionati; in parte trasformati per ricavarne estratti e succhi; in parte i semini vengono confezionati in vaschette. Tutto viene distribuito con marchio “Lome Superfruit” dalla grande distribuzione». In tre anni di attività l’azienda pugliese ha raggiunto (previsioni) nel 2019 i 3,5 milioni di fatturato e tra fissi e stagionali dà lavoro a 150 persone.

Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti