Tarì design school

Masterclass con i big (ma c’è chi ama i piccoli)

di Marta Casadei

2' di lettura

«Gli iscritti al biennio per diventare orafi sono stati già tutti “prenotati” dalle aziende del settore. Sia quelle del nostro distretto sia i grandi marchi di Valenza. In questo momento c’è grande richiesta di professionisti, complice il fatto che, durante la pandemia, le aziende di gioielleria hanno accelerato nell’uso della comunicazione digitale e social e attratto nuovi clienti». A parlare è Andrea Romano, direttore della Tarì design school (Tads), scuola che si trova a Marcianise (Caserta) e fa riferimento al centro orafo - che a sua volta, dal 1996, riunisce nel distretto produttivo 400 aziende del settore.

La scuola - che attualmente conta sette percorsi di formazione dedicati a orafi, incastonatori e gemmologi e «storicamente attrae studenti dal Centro Sud» - è nata proprio per rispondere all’esigenza delle imprese del Tarì di avere giovani professionisti formati a dovere da inserire in azienda. Ma non si è fermata qui: «Da qualche anno abbiamo iniziato a collaborare con alcuni grandi brand che hanno sede nel distretto di Valenza - dice il direttore -. Con loro e per loro organizziamo una serie di masterclass post diploma - spesate dagli stessi marchi - che vanno ad aumentare il livello di specializzazione dei nostri studenti». Una formula che sta riscuotendo grande successo: «Ne organizziamo circa quattro ogni anno, ma abbiamo molte richieste da parte dei marchi. Non tutti gli studenti, va detto, una volta diplomati vogliono andare a lavorare per grandi aziende: alcuni preferiscono rimanere in piccole realtà».

Loading...

La Tads sforna circa 40 orafi per biennio di studi: «Noi non formiamo designer, ma persone che conoscono il processo e le tecniche di produzione dei gioielli. Da qualche anno abbiamo introdotto corsi per l’uso del Cad o della stampante 3d: non tutti gli studenti sono in grado di essere artigiani cioè autonomi nella progettazione e realizzazione e queste competenze vanno a loro vantaggio», continua Romano.

Il legame con il mondo delle aziende è molto forte: «Non solo i docenti sono tutti professionisti del settore, ma andiamo spesso a visitare i grandi stabilimenti produttivi e acquistiamo i macchinari di ultima generazione che vengono utilizzati. Il nostro ruolo è quello di accorciamo il passaggio dalla scuola all’azienda e l’aggiornamento continuo è fondamentale».

Riproduzione riservata ©

Consigli24: idee per lo shopping

Scopri tutte le offerte

Ogni volta che viene fatto un acquisto attraverso uno dei link, Il Sole 24 Ore riceve una commissione ma per l’utente non c’è alcuna variazione del prezzo finale e tutti i link all’acquisto sono accuratamente vagliati e rimandano a piattaforme sicure di acquisto online

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti