Vino

Mastrojanni si allarga a Montalcino e mette nel mirino la Langa

di Giambattista Marchetto

1' di lettura

Mastrojanni alza il tiro M&A e allarga il raggio d'azione. L'azienda vinicola controllata dal Gruppo Illy, confermando il closing di un'operazione di allargamento in Toscana perfezionata un paio do settimane fa, annuncia infatti le mire sul Piemonte.
Archiviato un 2017 che porta in dote il terzo bilancio in attivo con prospettive di ulteriore rafforzamento, Mastrojanni si è presentata al Vinitaly 2018 con un segno di crescita già in tasca.

Novità o consolidamento? “Novità appena consolidate - replica Riccardo Illy, presidente del Gruppo di famiglia - Abbiamo chiuso il 28 marzo l'acquisizione da un'azienda confinante di 12 ettari, di cui 3 a Rosso Montalcino e 3 a Sant'Antimo (i restanti sono di seminativo e ulivi), arrivando così a quasi 40 ettari vitati. Questo permetterà a Mastrojanni di passare da 80 a 110 mila bottiglie nel 2018. E infatti è in corso il secondo ampliamento della cantina, sia per la vinificazione che per la stagionatura”.

Loading...

L'investimento è stato coperto parzialmente con gli utili e per il resto dalla holding. E nel frattempo Illy conferma che l'azienda non si ferma alla Toscana. “Abbiamo una trattativa aperta per un'azienda che ci piace in zona Barolo, ma in agricoltura ci vuole pazienza”, dichiara il presidente, che spiega questi orientamenti verso “vini universali, che esistono da secoli e presumibilmente hanno davanti altri secoli, vini che hanno una distribuzione mondiale e che sono longevi”.

Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti