produzioni

Matera meta cinematografica d’elezione

La città sarà protagonista, il prossimo 19 novembre, dell’Italian Movie Awards, il Festival del cinema italiano all’estero

di Damiano Laterza


default onloading pic
Una ripresa dal film «La Passione di Cristo»

2' di lettura

Il cinema e la TV guardano sempre più a Matera come a una meta in cui la settima arte non solo nasce e si svela, ma anche da cui promana, alla conquista di mercati sempre più vasti. La dimostrazione di questo trend inarrestabile giunge da New York. È qui che Matera sarà protagonista, il prossimo 19 novembre, dell'Italian Movie Awards, il Festival del cinema italiano all'estero - che si terrà nella Grande Mela dal 16 al 20 novembre.

Nel corso della kermesse, difatti, verrà assegnato un Premio Speciale “Sassi d'Oro: Impresa, doppiaggio e cinema” a un personaggio che ha fatto la storia della cinematografia italiana nel mondo (il cui nome è ancora top secret). Ma, cosa sono questi “Sassi d'Oro”? Si tratta di una manifestazione culturale creata per Matera ormai un lustro fa e nata con l'intento di valorizzare i mestieri legati all'impresa cinema con tanto di workshop professionali, proiezioni, incontri e una serata di gala finale. Nel tempo il premio è diventato un ambito riconoscimento da assegnare al mondo della cultura, dello spettacolo, della cooperazione oltre che all'industria del cinema tutta.

«Sono convinta che ormai la crescita di Matera sia inarrestabile. Una città stupenda e un set di cinema naturale. Dobbiamo solo migliorare la parte di post-produzione, così andiamo a chiudere il cerchio, dopodiché non avremo nulla da invidiare alle altre località leader nella produzione mondiale di sogni in celluloide...» spiega senza esitazioni Lidia Cudemo, lucana di origine, CEO della D-Hub Studios di Roma e ideatrice della manifestazione, realizzatoa insieme a Regione Basilicata e Unindustria.

Tra i premiati, presenti alla serata di gala svoltasi il 4 ottobre a Casa Cava anche Giampaolo Letta, amministratore delegato di Medusa: «I segnali sono importanti e continuativi e guardiamo con attenzione a questa realtà. Ci auguriamo di venire presto a girare a Matera. La città è diventata a pieno diritto una nuova capitale del cinema, segno che un luogo così speciale è apprezzato e ben valorizzato». Nel corso della serata premiato anche il Enzo Sisti, della società Lotus che ha appena sfornato “No time to die”, ultimo film della serie di James Bond, girato a Matera. E, ancora, altri Sassi d'Oro per il produttore Marco Belardi e il regista Roberto Cenci, l'artista Ugo Nespolo e la piccola Ludovica Nasti, rivelazione dell'anno nella serie TV di culto «L'amica geniale». Riconoscimenti anche per Paola Minaccioni e Fabio Troiani, Giorgio Tirabassi in veste di regista, alla sua opera prima, i doppiatori Benedetta Degli Innocenti e Christian Iansante oltre alla materana Patrizia Minardi.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...