libri

Mathieu vince il Goncourt con un romanzo sugli adolescenti degli anni ’90

di La.Ri


default onloading pic

2' di lettura

Il quarantenne Nicolas Mathieu, con Leurs enfants après eux (Actes Sud), il suo secondo romanzo, ha vinto oggi il premio Goncourt, il piu ambito premio letterario francese. È la storia di un gruppo di adolescenti che vivono negli anni 90 in un paesino fittizio ma simbolico di una valle industriale dove gli alti forni sono ormai spenti e gli adulti vivacchiano tra alcol e cattiverie, il ritratto di una gioventù che deve trovare la sua strada in un mondo che muore. Il narratore li segue per quattro estati afose e oppresse dal torpore in cui la loro forza vitale e il loro desiderio di evasione va a infrangersi contro il determinismo sociale, lasciando alcuni di loro a terra.

Il romanzo, che non era considerato il favorito perché pubblicato dalla stessa casa editrice che si è aggiudicata il medesimo premio lo scorso anno, era in corsa con altri tre romanzi, quello di David Diop Frères d'âme (Seuil) che racconta la storia ancor troppo poco nota, soprattutto in Italia, degli africani che parteciparono alle guerre degli europei, a fianco dei colonizzatori (in questo caso il protagonista è un senegalese in trincea); quello di Paul Gréveillac con Maîtres et esclaves (Gallimard) sulla condizione degli artisti in un regime totalitario e Thomas B. Reverdy con L'hiver du mécontentement (Flammarion) che parla dell'inverno di protesta tra il 1968 e '69 in Inghilterra.
Il premio Renaudot è stato invece vinto da Valérie Manteau per Le sillon (Le Tripode), un premio speciale è andato a Le Lambeau di Philippe Lançon sopravvissuto all'attentato di Charlie Hebdo, cui è già stato attribuito il Prix Femina.

    Brand connect

    Loading...

    Newsletter

    Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

    Iscriviti
    Loading...