Giornata internazionale della famiglia

Mattarella: «Famiglia frontiera di resilienza nella pandemia, merita sostegno»

Intervenendo in occasione della Giornata internazionale della Famiglia proclamata dall’Onu, il capo dello Stato Mattarella ha chiesto nuove politiche di sostegno.

Oltre il Covid: il Welfare vaccino al declino demografico dell’Italia

2' di lettura

«La famiglia è nucleo vitale della società. L’articolo 29 della Costituzione ne riconosce espressamente il carattere di società naturale preesistente allo Stato e ne afferma i diritti. Luogo di condivisione e trasmissione dei valori, segna il rapporto tra le generazioni ed è al centro dello sviluppo dei sentimenti della comunità, oltre a rappresentare elemento centrale della sua continuità». Con queste parole il Capo dello Stato, Sergio Mattarella, è intervenuto per chiedere politiche di sostegno per le famiglie in occasione della Giornata internazionale proclamata dall'Onu.

Famiglie, lavoro e crisi delle nascite

«La Giornata internazionale della Famiglia proclamata dall'Onu - ha detto Mattarella - richiama alla necessità di riflettere, in modo approfondito, sui problemi concreti delle famiglie, sulle misure necessarie per ridurre il divario che conduce tante persone alla povertà e all'esclusione. Primo e più efficace elemento di equilibrio sul piano sociale, la famiglia merita politiche di sostegno, nella consapevolezza del ruolo che svolge anche al fondamentale fine della ripresa della natalità». Proprio ieri si sono svolti gli Stati generali della natalità, che hanno rilanciato l’allarme sulla crisi demografica italiana, frutto anche delle difficoltà economiche e lavorative che affliggono le giovani famiglie. «Un’Italia senza figli - ha avvertito ieri il premier Mario Draghi - è destinata a invecchiare e finire di esistere».

Loading...

La resilienza di fronte al Covid

Una crisi, quella delle famiglie, che il capo dello Stato ha collegato anche all’emergenza Covid. «Veniamo da una stagione drammaticamente segnata dalla pandemia. Le famiglie - che sono state una delle frontiere più avanzate della resilienza - sono state colpite da lutti, sofferenze e dalle pesanti conseguenze sociali causate dalle inevitabili misure di contenimento: questo aspetto accresce la necessità di attenzione nei loro confronti per realizzare una efficace ripartenza». «Grande attenzione va dedicata ai giovani - ha sottolineato ancora il Presidente - i quali hanno diritto di attuare i loro progetti di vita, assicurando così anche l'avvenire del Paese».

Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti