Il capo dello Stato a Torino

Mattarella: «L’impossibile è possibile se c’è fiducia»

Le istituzioni, ha sottolineato il premier Draghi, «devono essere in grado di accompagnare l’evoluzione della società», senza prescindere da equità sociale e di tutela dei diritti

di Nicoletta Cottone

Mattarella a Torino per le celebrazioni di Consiglio di Stato e Tar

2' di lettura

«Questa realizzazione dimostra che le cose che appaiono impossibili sono in realtà possibili. Purché ci sia iniziativa, fiducia, affidamento alla solidarietà». Lo ha detto il presidente della Repubblica Sergio Mattarella partecipando all’inaugurazione del PalaSermig, il palasport del Servizio missionario giovanile di Torino. «Questa è una iniziativa che vale per chi la frequenterà potendo, grazie ai volontari, fare sport in maniera aperta e serena, crescendo nella capacità di fare squadra, di competere con gli altri, ma lo è anche come punto di coesione per chi vive qui intorno. É esempio di come si vive insieme, di come si è comunità».

A mettersi nei panni altri, si scopre che sono i propri

«Mettersi nei panni degli altri si scopre che sono i panni propri, che la sorte degli altri è anche la sorte nostra che si realizza insieme a quella degli altri», ha sottolineato il presidente della Repubblica, ringraziando i volontari del Sermig nel corso dell'inaugurazione del PalaSermig. «I volontari - ha aggiunto Mattarella - sono generosi, ma sono convinto che quando svolgono la loro attività si rendono conto che danno molto ma ricevono anche da quello che vedono e ottengono come risultati».

Loading...

Draghi: «La ripresa paese poggia sulla collaborazione fra tutti i poteri»

«La ripresa di un Paese, più che mai in questo delicato momento, poggia sulla collaborazione e sullo sforzo sinergico di tutti i poteri e le istituzioni che devono essere in grado di accompagnare l’evoluzione della società, rispondendo alle esigenze di rilancio dell’economia, senza prescindere dalla necessaria considerazione delle istanze di equità sociale e di tutela dei diritti e degli interessi legittimi». Così il premier Mario Draghi in un messaggio inviato in occasione dell’incontro “Dai 190 anni dell’editto di Racconigi ai 50 anni della legge istitutiva dei tribunali amministrativi regionali” a Torino, che si svolge alla presenza del capo di Stato Sergio Mattarella. Il premier è a Parigi, per un incontro bilaterale con il presidente francese Emmanuel Macron all’Eliseo. Poi al vertice internazionale sulla Libia previsto alla Maison de la Chimie, non lontano dalla Tour Eiffel, sulla rive gauche parigina.

Patroni Griffi: «Giudice sia indipendente, ma non spettatore»

«Il giudice pur indipendente e imparziale non è, né può essere, lo spettatore al sicuro che osserva una nave nel mare in tempesta che troviamo nel De Rerum Natura di Lucrezio. C’è un tema di fondo al quale nessuna parte della comunità può sottrarsi, ed è il discorso dell’etica pubblica», ha detto il presidente del Consiglio di Stato, Filippo Patroni Griffi.

Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti