il messaggio per il 1° maggio

Mattarella: il Paese riparta dal lavoro, il governo dia indirizzi chiari e ragionevoli

Prudenza e collaborazione: è questo il cuore del messaggio del capo dello Stato Sergio Mattarella agli italiani in occasione della festa del primo maggio, ribadendo che «non può esservi - e non vi è - contrapposizione tra sicurezza, salute e lavoro»

Mattarella: "Le scuole chiuse una ferita per tutti"

Prudenza e collaborazione: è questo il cuore del messaggio del capo dello Stato Sergio Mattarella agli italiani in occasione della festa del primo maggio, ribadendo che «non può esservi - e non vi è - contrapposizione tra sicurezza, salute e lavoro»


3' di lettura

«Finalmente si riparte» ma guai ad archiviare «l’angoscia delle settimane precedenti, sotto la violenta e veloce aggressione del virus o il fatto che abbiamo superato i duecentomila contagi e che ogni giorno dobbiamo
piangere alcune centinaia di vittime». Prudenza e collaborazione: è questo il cuore del messaggio del capo dello Stato Sergio Mattarella agli italiani. Un messaggio lanciato non a caso il primo maggio, ribadendo che «non può esservi - e non vi è - contrapposizione tra sicurezza, salute e lavoro». L'uscita dal tunnel è possibile ma non è certo il momento di «vanificare i sacrifici fin qui fatti».

Mattarella: serve leale collaborazione tra istituzioni
Nella giornata in cui si celebra l'importanza del lavoro il presidente della Repubblica parla con chiarezza anche alla politica. E dalle sue parole si comprende come il tasso di litigiosità che ancora pervade i partiti - e, purtroppo anche le istituzioni - lo preoccupa non poco. Serve in questa situazione di grave emergenza «un responsabile clima di leale
collaborazione tra le istituzioni e nelle istituzioni», avverte il capo dello Stato, mentre infuria lo scontro tra Regioni e governo centrale.

«Italiani continuino a comportarsi con prudenza»
Un senso civico che il capo dello Stato chiede anche agli italiani, che sembrano mostrarne ben di più. Di qui la convinzione: «So che possiamo fare affidamento sul senso di responsabilità dei nostri concittadini - manifestato, in questo periodo, in misura ammirevole dalla loro quasi totalità - perché nelle nuove condizioni ci si continui a comportare con la necessaria prudenza».

«Governo dia indirizzi chiari e ragionevoli»
Non manca poi un richiamo diretto alle responsabilità dell'esecutivo che in questa fase ha il dovere di rassicurare il Paese: «Sono necessarie indicazioni, ragionevoli e chiare, da parte delle istituzioni di governo». Una bacchettata e un monito all'esecutivo in vista della gestione della difficilissima fase 2.

«Paese è maturo e forte, riparta da lavoro»
Non mancano i toni di fiducia e ottimismo. Il presidente premette come l'Italia sia oggi un «Paese maturo e forte» e proprio per questo deve saper cogliere dalla sventura le opportunità. L'Italia «concorde e unita» deve saper «ridisegnare attraverso il lavoro» il futuro prossimo del Paese: «la battuta d'arresto che abbiamo subìto spinge - scrive Mattarella - ad accelerare verso un cambiamento che deve valorizzare e non subire fenomeni come la globalizzazione e la digitalizzazione dell'economia, con scelte lungimiranti».

«Ue ha già assunto importanti decisioni»
E per fare questo non può mancare il contributo dell'Europa. Che, il presidente lo riconosce, ha «già assunto importanti decisioni».
Tornare tutti al lavoro, quindi, perchè «l’Italia vuole costruire il suo domani» e perchè «non ci può essere Repubblica senza lavoro, come afferma solennemente il primo articolo della nostra Costituzione».

«Ora veloce e equo sostegno a imprese e famiglie»
Ma non bastano gli intenti o gli alti valori sanciti sulla Carta, serve subito «un equo, efficace e tempestivo sostegno alle famiglie e alle attività produttive, a quanti sono rimasti disoccupati e senza reddito, in modo da
conservare intatte tutte le risorse del nostro capitale sociale». «Alla ripresa vanno indirizzati, in modo concorde, gli sforzi di tutti, senza distrazioni o negligenze», è la sintesi del capo dello Stato.

Per approfondire
Ultimatum di Renzi a Conte: «Pensi meno al gradimento e più a lavoro e imprese

Berlusconi premiato dai sondaggi prepara il post Conte

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti