IL CAPO DELLO STATO

Mattarella: serve responsabilità collettiva, le istituzioni sono chiamate a collaborare

Cerimonia di consegna delle onorificenze conferite “motu proprio” dal presidente della Repubblica ai cittadini, di diversi ruoli, professioni e provenienza geografica, che si sono distinti durante l'emergenza coronavirus

di Nicola Barone

Coronavirus, ecco le nuove regole del Dpcm 18 ottobre

2' di lettura

I loro nomi erano stati già resi noti a giugno ma il presidente della Repubblica ha voluto ricordare personalmente coloro che nei mesi della pandemia con il proprio lavoro o decidendo di fare volontariato hanno reso il servizio più alto. «In questa fase serve la responsabilità collettiva, comportamenti diffusi, tutti siamo chiamati a contribuire e a sconfiggere la pandemia, con i comportamenti, le mascherine, il distanziamento». Così il presidente della Repubblica Sergio Mattarella alla cerimonia di consegna di 56 onorificenze al merito agli “eroi” che si sono distinti nella lotta al coronavirus.

«Ciascuna istituzione - ha sottolineato Mattarella - comprende e comprenderà che deve non deve assestarsi a difendere la propria competenza ma collaborare perché solo così si possono superare le difficoltà. Ogni ambiente professionale deve evitare di trincerarsi nel difendere una nicchia di interesse, non c’è nessun interesse particolare se prima non prevale l’interesse generale».

Loading...

Per Mattarella «sembra avvicinarsi una nuova fase di emergenza e questo richiede fiducia nella possibilità che il Paese possa superarla. Questo momento difficile ci rammenta che quanto è avvenuto in passato non è stato una parentesi ma questa fase va affrontata con terapie, impegno, organizzazione sapendo che abbiamo maggior preparazione rispetto a marzo e aprile quando il fenomeno era sconosciuto. Dobbiamo affrontare questa fase con senso di responsabilità ma anche maggior fiducia». E orgoglio: perché, secondo il presidente della Repubblica, «evitando contatti superflui, siamo chiamati a fornire il nostro contributo per evitare di ricadere nelle condizioni di marzo-aprile. Siamo chiamati ad una prova d'orgoglio».

Le onorificenze agli «eroi» italiani della pandemia

Il presidente della Repubblica ha consegnato le onorificenze di Cavaliere dell'Ordine al Merito della Repubblica italiana, conferite “motu proprio” il 3 giugno scorso, a un gruppo di cittadini, di diversi ruoli, professioni e provenienza geografica, che si sono particolarmente distinti nel servizio alla comunità durante l'emergenza del coronavirus.

Molti sono medici: dal team dello Spallanzani a quello del Sacco a chi volontariamente ha deciso di andare a sostituire in piena zona rossa, a Vo' Euganeo, i colleghi messi in quarantena. Ma tra i nuovi Cavalieri della Repubblica ci sono anche volontari della Croce Rossa, insegnanti, un alpino, un'addetta alle pulizie, un giocatore della nazionale di Rugby. Nella lista c’è poi Don Fabio Stevenazzi, della comunità pastorale di San Cristoforo di Gallarate (Va), che nei mesi più duri della pandemia decise di tornare a fare il medico nell'ospedale di Busto Arsizio.

Vaia: grande onore riconoscimento a team Spallanzani

«Il presidente Mattarella convocando le nostre ricercatrici rende un grande onore a tutta la comunità dello Spallanzani che considera questo gesto non solo un riconoscimento per il nostro lavoro, ma anche l'accento su una cosa nella quale da tempo credo che bisognerebbe sempre più sottolineare: la nostra società ha sempre più bisogno dello sguardo innovativo dei giovani e delle donne». Sono le parole del direttore sanitario dello Spallanzani di Roma, Francesco Vaia, dopo l’onoreficenza consegnata al team di ricercatori dell'Istituto per le malattie infettive della Capitale, guidato da Maria Rosaria Capobianchi, che ha contribuito a isolare il virus. «In questo momento di gioia e soddisfazione per una gratificazione però io non dimentico che siamo un esercito in guerra - aggiunge Vaia - e dobbiamo tutti insieme, uomini e donne, giovani ed anziani combattere una guerra che vinceremo».

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti