LO STREET ARTIST

«Matteo Sardina» e «Stop Hate» Liliana Segre: Tvboy colpisce ancora a Milano

Le due opere dell’esponente del movimento NeoPop sono apparse in occasione del flash mob delle sardine, il movimento di protesta contro Matteo Salvini, che domenica scorsa, 1 dicembre, si è dato appuntamento in piazza Duomo a Milano

di An.C.


default onloading pic
Lo street artist Tvboy ha colpito ancora: su un muro dei Navigli a Milano è apparsa “Matteo Sardina”

2' di lettura

Lo sguardo graffiante sulla realtà della street art. L’arte di strada ha la capacità di raccontare temi, protagonisti e contraddizioni della politica con l’ironia e allo stesso tempo la profondità che caratterizza questa forma di espressione diretta e priva di mediazioni.

Tvboy ha colpito ancora. Lo street artist esponente del movimento NeoPop, noto per il personaggio da lui creato - Tvboy appunto - una sorta di alter ego che rappresenta l’istinto di distinzione da una cultura, quella delle nuove generazioni, massificata dal potere della televisione, ha pubblicato sul suo profilo twitter le foto di “Matteo Sardina” e “”Stop Hate” Liliana Segre. Le due opere sono apparse in occasione del flash mob delle sardine, il movimento di protesta contro Matteo Salvini, che domenica scorsa, 1 dicembre, si è dato appuntamento in piazza Duomo a Milano.

A Roma spunta il nuovo murales politico di Tvboy

Le due opere apparse su un muro dei Navigli milanesi
Le due opere dell’artista di strada sono entrambe realizzate grazie una tecnica mista (spray e acrilico su muro). Si possono ammirare, una accanto all’altra, su un muro dei Navigli milanesi. Nella prima la protagonista è appunto lei, la sardina emblema dei movimenti che dalle piazze italiane hanno espresso in maniera pacifica un messaggio di critica nei confronti dello stile e della linea politica salviniana. Ecco allora che quel pesce ha la testa dell’ex ministro dell’Interno. Considerato che le sardine si acquistano anche al supermercato, in alto a destra l’artista ha posto una S maiuscola, che riecheggia un noto marchio della grande distribuzione. «Lasa lunga» è infine il gioco di parole a cui ricorre Tvboy. «Famosi per la qualità».

La satira di TvBoy torna a Firenze con tre nuovi murales

Liliana Segre e il messaggio contro l’odio
Accanto al “Matteo Sardina”, Liliana Segre, superstite dell’Olocausto, attiva testimone della Shoah italiana in più di un’occasione bersaglio degli haters: la senatrice a vita tiene tra le sue mani ben stretto, e bene in evidenza un cartello, di quelli che intimano agli automobilisti di fermarsi e dare la precedenza. «Stop Hate», si legge. «Smetti di odiare».

Per approfondire
La Street Art è morta? Più viva che mai
Asta record a Londra per un dipinto di Banksy: 11,1 milioni di euro

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...