ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùPrima prova scritta

Maturità, caccia alle tracce: Verga Pirandello, guerra, mafia, marcia su Roma e Covid

Prima prova scritta il 22 giugno. Tracce conservate al ministero

Maturita' con la mascherina (tranne che alla prova orale)

2' di lettura

Verga, Pirandello, Pascoli e Ungaretti: i maturandi, che a ormai quattro giorni dalla prima prova scritta del 22 giugno contano le ore che li separano all’esame di Stato, sono convinti che l’analisi del testo o la sezione poesia verterà su brani di questi autori dell’Ottocento e del Novecento. Per le due tracce di attualità invece, il 44% (secondo un sondaggio Skuola.net su 3 mila maturandi) immagina che una sarà sicuramente sulla “guerra in Ucraina” o, volendo allargare la visuale, sulle “crisi internazionali”; il 21% punta in particolar modo su “Covid e post pandemia”. Briciole per gli altri spunti, dalla “crisi energetica” a “giovani e lavoro”, dai “diritti civili” ad “ambiente e inquinamento”.

Stragi di mafia e marcia su Roma

Per il capitolo “anniversari e ricorrenze storiche” (possibile oggetto soprattutto del testo argomentativo) da un lato, l’eco mediatica del trentennale dalle stragi di mafia spinge oltre un quarto dei maturandi a pensare che sarà presente una traccia su questa tragica pagina della storia italiana. D’altro canto, però, quest’anno cadono anche i 100 anni dalla marcia su Roma, atto iniziale del regime fascista; quanto basta per far “pronosticare” una traccia del genere al 31% degli studenti. Impazza insomma il tototema, come di consuetudine, mentre il ministro dell’Istruzione Patrizio Bianchi parla di “tracce bellissime”, “articolate ma ragionevoli, in modo tale da poterci ragionare e trasformarle in parole”.

Loading...

Al ministero

Oggi intanto, in un video pubblicato su canale Youtube del ministero, è stata mostrata la stanza, luminosa e piena di fascicoli, dove si conservano le prove della maturità degli anni passati e dove vengono predisposte le tracce delle prove nazionali all’esame. Il lavoro preparatorio dura mesi - si spiega nel video - fino alla scelta finale. Tutto resta ben custodito in un plico telematico fino al giorno delle prove. La password per accedere alle tracce partirà proprio da questo locale e sarà inviata dai pc il 22 giugno. Una volta le prove erano in formato cartaceo raccolte nei plichi degli armadi del ministero; oggi è tutto digitalizzato. Vengono però ancora realizzati dei plichi cartacei in casi particolari: sono quelli in formato braille.

Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti