scuola e coronavirus

Coronavirus, maturità solo orale se non si torna in classe entro il 18 maggio

In casi estremi il colloquio si svolgerà online. È la novità principale della bozza di decreto in arrivo. Alle medie possibile sostituzione dell’esame con la semplice valutazione finale

di Eugenio Bruno

Scuole restano chiuse, mesi persi saranno recuperati

In casi estremi il colloquio si svolgerà online. È la novità principale della bozza di decreto in arrivo. Alle medie possibile sostituzione dell’esame con la semplice valutazione finale


2' di lettura

Eccola la soluzione di “guerra” per la maturità 2020. Finalmente c’è una norma messa nero su bianco e c’è anche una data spartiacque: il 18 maggio. Se per allora le scuole saranno di nuovo aperte l’esame sarà solo alleggerito; altrimenti verrà limitato al solo orale. E una semplificazione addirittura maggiore potrebbe riguardare le medie, dove resterebbe in piedi solo la valutazione finale.

Leggi anche / Scuole chiuse, voci dalle lezioni a distanza

A prevederlo è una bozza del decreto legge che il ministero dell’Istruzione ha messo a punto in queste ore e che è atteso a Palazzo Chigi tra sabato 4 e domenica 5 aprile. Salvo ulteriori slittamenti.

Lo scenario A

Come anticipato sul Sole 24Ore del 1° aprile, per la maturità 2020 restano in campo solo due scenari. Il primo prevede che, se si torna in classe entro il 18 maggio (più o meno un mese prima dell’inizio dell’esame di stato fissato per il 17 giugno), le prove resteranno tre: due scritti e un orale. Ma il secondo scritto, anziché essere uguale per tutti come il compito di italiano, verrà messo a punto dalle commissioni. Commissioni tutte interne, tranne il presidente esterno, sulla base di un’altra semplificazione. Per essere ammessi, infine, non bisognerà aver svolto i test Invalsi né aver compiuto le ore minime di alternanza scuola-lavoro.

L’ipotesi B

Il decreto prevede però uno scenario ancora più emergenziale . Qualora le scuole venissero riaperte dopo quella data (o non venissero riaperte affatto), la maturità consisterà solo nel colloquio multidisciplinare. Da svolgere eventualmente anche a distanza - come del resto sta avvenendo da inizio marzo per gli esami universitari - se l’epidemia di Covid-19 fosse ancora in atto.

Guarda il video / La scuola a casa: ecco la nuova vita dei bambini in tempo di coronavirus

Alle medie possibile addio all’esame
L’emergenza non farà sentire i suoi effetti solo sui 463mila maturandi italiani. Ma anche sui loro colleghi più piccoli delle medie. Dove - anche in caso di ripresa delle attività didattiche prima del 18 maggio- l’esame di Stato potrebbe, a seconda del quadro che avremo davanti, perdere una o più prove (oggi sono tre scritti e un orale) oppure essere sostituito dalla valutazione finale della commissione. E, dunque, saltare del tutto.

Per approfondire:
Studiare a casa? Dall'astrofisica alle scienze sociali, ecco tutta la ricerca in un clic

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...