Made in America

Maverick, il nuovo modello d’ingresso alla gamma di pick-up di Ford

Sarà disponibile per il momento soltanto negli Stati Uniti ad un prezzo di partenza inferiore ai 20 mila dollari, poco più di 16 mila euro al cambio attuale

di Corrado Canali

3' di lettura

Il nuovo Maverick è poco più lungo di 5 metri e, visto gli standard americani è da classificarsi come pick-up compatto: andrà ad inserirsi al di sotto del Ranger e mette nel mirino il pubblico che non ha mai posseduto un veicolo del genere e che si è avvicina per la prima volta al mondo dei mezzi col cassone. Questo nuovo modello, infatti, è caratterizzato da una scocca autoportante come le normali automobili a differenza delle fuoristrada e degli altri mezzi pensati per l'off-road che invece ricorrono a un telaio separato della scocca che lo rende più confortevole e meno impegnativo specie nell'utilizzo su strada.

Due powertrain ibridi sotto al cofano

Per quanto riguarda le motorizzazioni, sono disponibili due opzioni: la prima è un powertrain ibrido sulla base di un 2.500 cc a quattro cilindri a ciclo Atkinson abbinato a un motore elettrico e a una trasmissione a variazione continua. Il sistema eroga complessivamente 191 cv e 210 Nm di coppia ed è in grado di trainare fino a 907 kg. Notevoli i livelli dei consumi:infatti in città la nuova Maverick dovrebbe utilizzare circa 5,9 litri di benzina ogni 100 km. Il secondo motore offerto è invece un 2.000 cc Ecoboost a quattro cilindri da 250 cv e 375 Nm di coppia, abbinato a un cambio automatico a 8 marce, disponibile con trazione sia anteriore che integrale e una capacità di traino di 1.800 kg.

Loading...

Il frontale è tipico dei più recenti pick-up Ford

Esternamente, il Maverick mantiene i principali dettagli tipici dei pick-up Ford, a partire dal frontale, massiccio e verticale, dove i grandi fari a Led sono collegati attraverso un elemento cromato che solca l'intera calandra. In generale le linee sono semplici: Ford ha infatti sottolineato come le forme siano state studiate per massimizzare lo spazio per passeggeri e carico, oltre che per garantire una maggiore funzionalità e semplicità d'uso. In particolare, il cassone, lungo circa 1,37 metri, offre diverse soluzioni in fatto di carico: è possibile trasportare fino a 680 kg e integrare pavimenti rialzati, dei porta biciclette e con dei listelli nelle apposite fessure ricavate nelle paratie laterali.

La versatilità del grande cassone posteriore

Sono presenti anche due tiranti, quattro anelli e diversi fori filettati per fissare il carico, oltre a una presa da 110 volt, che va ad aggiungersi a quella presente nella cabina. Le soluzioni progettate per migliorare la versatilità del nuovo pick-up continuano anche all'interno dove c'è il Ford Integrated Tether System, uno slot tra i sedili posteriori che permette di installare diversi accessori, come un portabicchieri, un cestino, un organizer per cavi, un doppio gancio per borse e tanti altri supporti. Altri elementi all'insegna della praticità sono i braccioli delle porte per consentire di inserire verticalmente una bottiglia da un litro nella tasca portaoggetti e il grande scomparto ricavato sotto i sedili posteriori.

Un abitacolo confortevole e spazioso

In generale, l'abitacolo è molto spazioso: merito anche della plancia verticale, al centro della quale si trova lo schermo dell'infotainment da 8 pollici che è compatibile sia con Apple CaPlay che con Android Auto. Il nuovo Maverick, inoltre, dispone del FordPass Connect con Wi-Fi per un massimo di dieci dispositivi e del pacchetto di Adas Ford Co-Pilot360 che include di serie sia il sistema anticollisione con frenata di emergenza che i fari abbaglianti automatici. Il nuovo Maverick sarà in vendita negli Usa ad un pezzo d'attacco inferiore ai 20 mila dollari pari al cambio attuale a poco più di 16 mila euro.

Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti