mediterraneo

Maxi sbarco nella notte a Lampedusa. Frontex che cosa fa?

Nella notte è approdata sull’isola una nave con 370 persone. Il sindaco Totò Martello: «Nessuno gestisce il fenomeno». Eppure l’agenzia europe di frontiera ha un budget che nel 2021 arriverà a un miliardo

di Valentina Furlanetto

Lo sbarco avvenuto nella notte a Lampedusa (Ansa)

3' di lettura

«Il fenomeno dei migranti oggi in Italia non è gestito da nessuno». Il sindaco di Lampedusa Totò Martello non ha dormito. Ha passato la notte a gestire l'emergenza sulla sua isola, dove nella notte è arrivata non una piccola barca, ma una nave con a bordo 370 persone, tra cui 13 donne e 33 minori. Il barcone è stato soccorso a quattro miglia dall'isola dalle motovedette della Guardia Costiera e della Guardia di Finanza.

«Posso capire che le vedette, gli elicotteri e gli aerei italiani non vedano i barchini che arrivano autonomamente a Lampedusa, ma che non avvistino una nave da 300 tonnellate con a bordo quasi 400 persone mi riesce difficile», ha detto Martello a Radio24. I profughi sono stati trasferiti alla Casa della Fraternità, gestita dal parroco don Carmelo La Magra, perché nell'hotspot di contrada Imbriacola sono già ammassati altri 1.160 migranti, dieci volte la capienza massima prevista dalla struttura. Ma la domanda che pone il sindaco resta nell'aria.

Loading...

Frontex, agenzia europea per le frontiere

Possiamo comprendere che l'arrivo – continuo – di barchini, barche a vela e gommoni, con poche decine di persone a bordo, possano non essere facili da intercettare, ma risulta più difficile comprendere come mai una nave sia sfuggita ai monitoraggi nel Mediterraneo. A sorvegliare i bastioni dell'Europa – in mare, per terra o dal cielo – ci dovrebbe pensare Frontex, agenzia europea per le frontiere, che ha fra i suoi compiti quello di monitorare i confini.

Cosa fa Frontex? Nel suo statuto si legge che offre un'assistenza tecnica aggiuntiva ai Paesi europei sottoposti a forti pressioni migratorie. In particolare, può coordinare l'invio di attrezzatura tecnica aggiuntiva (ad esempio aerei e navi) e di personale di frontiera appositamente formato. Coordina anche le operazioni marittime e alle frontiere terrestre esterne. Una “super agenzia” a guardare la dotazione finanziaria e di uomini.

Il budget di Frontex era di 6,3 milioni di euro circa nel 2005, da questa cifra si è passati a 333 milioni nel 2019, un aumento del 5.000%. Un balzo minimo se paragonato alle previsioni per il periodo 2021-2027 contenute nel nuovo regolamento dell'Agenzia europea della guardia di frontiera e costiera entrato in vigore, senza fare troppo rumore, il 4 dicembre 2019, dopo il voto favorevole del Consiglio europeo e del Parlamento: 1,1 miliardi di euro nel 2021 e poi ancora su, fino alla cifra di 1,9 miliardi nel 2025. È una dotazione senza pari nella storia delle agenzie Ue per compiti e finanziamenti.

Come vengono spesi i soldi

Come li spende dunque tutti questi soldi Frontex? Il budget andrà ad aumentare il numero di dipendenti da 1.500 a oltre 10 mila entro il 2027. Ma non solo. L'agenzia per il monitoraggio utilizza aerei e aeromobili a pilotaggio remoto – in altre parole droni. Si tratta di aerei da ricognizione e telecamere aeree sofisticate e costose. In caso di naufragio sono irrilevanti: non si capisce quale sia la loro funzione, se non registrare in video persone che annegano. Ma dovrebbero almeno essere utili per intercettare le navi.

Invece pare che la nave arrivata a Lampedusa abbia potuto salpare dal Nord Africa e viaggiare lungo il Mediterraneo senza essere filmata, intercettata e notata. Neppure dalla Marina Militare italiana, dalla Guardia Costiera o dalla di Guardia di Finanza sono arrivate segnalazioni. Per questo il sindaco di Martello è senza parole: «Qui il fenomeno non lo sta gestendo nessuno. Hanno messo un tecnico all'Interno, ma il premier deve interrompere questo silenzio prolungato. A Lampedusa lo Stato non esiste, ormai siamo di fronte a una situazione ingestibile. Non so ancora quando e come verrà organizzato il trasferimento di queste oltre 1.500 persone. Mi è stato comunicato che il traghetto di linea con Porto Empedocle non approderà a Lampedusa a causa delle cattive condizioni meteo. Io sono preoccupato comunque, la situazione è seria e drammatica».

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti