serie speciale

Mazda Mx-5 festeggia 30 anni in arancione

di Giulia Paganoni

default onloading pic
Mazda


2' di lettura

Miata compie trent’anni e si veste da super sportiva. Carrozzeria arancione e cerchi neri in alluminio forgiato: è la Mx-5 30th Anniversary Edition.

Il modello iconico della casa di Hiroshima compie trent’anni e per celebrare questo importante anniversario presenta una serie limitata di 3.000 esemplari (90 per l’Italia) che enfatizza -come mai si era visto- le doti sportive della spider più venduta al mondo.

Negli ultimi anni abbiamo visto diverse edizioni speciali della Miata; infatti la quarta generazione (ND), nata nel 2014 per il venticinquesimo anniversario e estrema nell’estetica essenziale del Kodo Design e il piacere Jmba Ittai, è stata presentata in ben quattro versioni limitate: Cherry Edition (71 unità), Yamamoto Signature (4 unità realizzate secondo i dettami dell’ingegner Yamamoto), Grand Tour (6 unità) e Limited Edition in partnership with Pollini Heritage (3 unità). L’ultima arrivata, la 30th Anniversary Edition ha come colore dominante il Racing Orange e monta un due litri da 184 cv, l’ultimo arrivato e il più potente mai montato sulla spider giappo, abbinato al cambio manuale a sei rapporti. Disponibile sia con soft top (circa 34mila euro) che RF (poco più di 36mila euro).

Una storia iniziata a metà anni ’80, quella di Mx-5 (o Miata) con un progetto nato quasi per gioco durante un’intervista del giornalista Robert Hall, che suggerì all’allora presidente di Mazda, Kanichi Yamamoto, come una vettura simile fosse assente dal mercato Usa. Le muse ispiratrici? Lotus Elan e Triumph Spitfire, vetture piuttosto diverse tra loro ma accomunate dalle caratteristiche essenziali che la nascitura doveva avere: trazione posteriore, carrozzeria roadster e semplicità costruttiva. Nell’aprile 1989 ebbe inizio della produzione nella fabbrica Ujina Plant No. 1 di Hiroshima della NA. Il 1998 fu il momento della NB e del passaggio del testimone all’ingegner Nibuhiro Yamamoto, considerato oggi il padre della Miata. La terza serie (NC) arrivò nel 2005: carrozzeria e telaio completamente nuovi e un mix tra la Rx-8 (con cui condivideva parte del telaio e delle sospensioni) e sua antenata Mx-5 del 1989. Tutto il resto, è storia recente, destinata a continuare.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti