Sostenibilità

McDonald’s: ecco come raggiungere l’obiettivo emissioni zero entro il 2050

Filiera certificata, packaging riciclabile, edilizia green e logistica a basse emissioni: ecco i piani del big del fast food per rispettare gli obiettivi Onu

di Emiliano Sgambato

2' di lettura

McDonald’s annuncia l’obiettivo a livello globale di arrivare a emissioni nette pari a zero entro il 2050, aderendo alla campagna Race to Zero delle Nazioni Unite e a Science Based Targets Business Ambition for 1,5°C (SBTi).
Lo scrive il colosso del fast food in una nota sottolineando di aver già ridotto l’8,5% delle emissioni assolute della rete di ristoranti e degli uffici, oltre a una diminuzione del 5,9% dell’intensità delle emissioni della catena di approvvigionamento rispetto al 2015.

«Crediamo di avere il privilegio, ma anche la responsabilità fare la nostra parte e di contribuire a guidare il cambiamento nelle comunità in cui operiamo e non c’è sfida più urgente, tanto a livello globale quanto a livello locale, che proteggere il nostro pianeta per le generazioni future» ha affermato Chris Kempczinski, presidente e amministratore delegato di McDonald’s.

Loading...

Tra i progetti realizzati in Italia la nota ricorda la certificazione della filiera della carne bovina - grazie al progetto “Allevamenti Sostenibili” ideato insieme a Coldiretti, Inalca e all'Associazione Italiana Allevatori – e l'eliminazione della plastica monouso in favore di materiali più sostenibili con il 90% del totale degli imballaggi che oggi è in carta certificata Fsc (ed entro il 2025, il 100% del packaging, non solo quello in carta, proverrà da fonti rinnovabili, riciclate o certificate).

L'impegno di McDonald's per l'ambiente – aggiunge poi la nota della società – «nasce proprio a partire dai suoi ristoranti, costruiti nel rispetto degli standard dell'Agenzia CasaClima in termini di efficienza energetica e basso impatto ambientale dei materiali» che risale al 2014. I ristoranti saranno inoltre dotati di colonnine per la ricarica delle auto elettriche in collaborazione con Enel X.

Inoltre c’è l’impegno di Havi, partner logistico di McDonald's in Italia, «di convertire il 70% della propria flotta con mezzi a carburanti alternativi» che a regime porterà, entro il 2030, «ad una riduzione del 40% delle emissioni ad effetto serra per ogni tonnellata di merce trasportata».

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti