L’operazione

Media, l’editore tedesco Axel Springer compra Politico per 1 miliardo di dollari

Il gruppo di Berlino, noto per editare in patria Bild e Die Welt, amplia il suo portafoglio di testate sul mercato Usa

Axel Springer, operazione da 1 miliardo di dollari per acquisire Politico (Afp)

1' di lettura

Il gruppo dei media tedesco Axel Springer compra la testata statunitense Politico, assorbendo anche la restante quota del 50% nella sua attuale joint venture con la divisione europea Politico.eu. Lo ha reso noto la società nella mattina del 26 agosto. Diversi media Usa, inclusi Cnbc e Wall Street Journal, parlano di un’operazione da 1 miliardo di dollari. Il gruppo Springer, noto in Germania per pubblicare quotidiani a grande tiratura come Bild e Die Welt, amplia così il suo portafoglio di testate sul mercato americano.

Oltre a Politico, quotidiano con sede a Arlington County (Virginia), il gruppo tedesco possiede già Insider e Morning Brew, un publisher specializzato in newsletter. In passato si erano aperte delle trattative per mettere le mani anche su Axios, una testata ritenuta concorrente di Politico. I contatti risultano interrotti proprio a seguito dall’operazione con Politico, a quanto rileva Cnbc.

Loading...

L’ascesa dell’industria dei media digitali

Fondato nel 2007, Politico è un giornale noto soprattutto per una copertura «dall’interno» di politica e policy al Congresso americano. Il suo modello, basato soprattutto su analisi, retroscena e prodotti verticali per utenti abbonati (Politico Pro), è stato importato a Bruxelles dalla sua versione europea Politico Europe. L’acquisizione di Springer segna una nuova tappa nel consolidamento dei grandi gruppi dei media digitali, dopo che il gruppo BuzzFeed ha comprato nel 2020 HuffPost da Verizon Communication e Vice Media ha assorbito l’anno precedente Refinery29, mentre Vox Media ha messo le mano su New York Media.

Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti