ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùmedia

Mediaset rivede il piano Mfe in Olanda per superare le accuse di Vivendi

Il Biscione dà mandato ai legali per agire contro i francesi: «Continui tentativi di ritardare il progetto»

di Antonella Olivieri

default onloading pic

Il Biscione dà mandato ai legali per agire contro i francesi: «Continui tentativi di ritardare il progetto»


1' di lettura

Mediaset ritira il progetto di fusione della holding Media for Europe depositato il 5 febbraio scorso alla Camera di commercio di Amsterdam, ma solo per ripresentare un nuovo documento vagliato con le autorità locali che sia al riparo dalle accuse dei vizi di forma denunciati da Vivendi.

Il complicato contenzioso sorto tra i due gruppi nel 2016 sulla mancata compravendita di Mediaset Premium si arricchisce di un muovo capitolo. Vivendi in Olanda ha sollevato questioni relative alla regolarità del deposito del progetto Mfe che in particolare non conterrebbe le relazioni degli esperti previste dalla legge olandese.

Per evitare che l'ennesima causa promossa dai francesi provochi ulteriori ritardi, Mediaset – così dice il comunicato diffuso nella tarda serata di lunedì 3 marzo – ha deciso di ritirarlo, preannunciando però a sua volta battaglia.

Il comunicato spiega infatti che il gruppo ha dato mandato ai propri legali in Olanda di «agire nei confronti di Vivendi per i continui tentativi di ritardare il progetto, nonché di informare le Autorità competenti in merito al suddetto comportamento».

I tempi per la nascita di Mfe sono quindi destinati ad allungarsi ancora. Dal nuovo deposito del progetto decorreranno infatti altri sei mesi per completare la fusione, che ha già richiesto un doppio passaggio assembleare in Italia e Spagna. Si attende ancora l'udienza di merito a Madrid per la causa pendente in Spagna che ha congelato la fusione di Mediaset Espana in Mfe.

Riproduzione riservata ©
  • default onloading pic

    Antonella Olivieriinviato

    Luogo: Milano

    Lingue parlate: inglese, tedesco, olandese (familiare), comprensione di testi scritti in francese, spagnolo e portoghese

    Argomenti: finanza corporate, M&A

Per saperne di più

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti