RAPPORTO MEDIOBANCA

Fatturato il calo per l’industria (-11,1%) ma non per l’agrolimentare che si conferma prima filiera

Per le 2.800 imprese analizzate dalla ricerca si stima un calo generalizzato dei ricavi con moda e automotive tra le più penalizzate (-20%). Uniche a crescere quelle legate al food: caseario a +4,9%

di L.Ben.

default onloading pic
(AdobeStock)

Per le 2.800 imprese analizzate dalla ricerca si stima un calo generalizzato dei ricavi con moda e automotive tra le più penalizzate (-20%). Uniche a crescere quelle legate al food: caseario a +4,9%


1' di lettura

Le aspettative sono negative per le medie imprese manifatturiere familiari italiane che stimano di chiudere l’anno con un calo del fatturato dell'11,1%. E' quanto emerge dalla 55esima edizione della ricerca sulle principali Società Italiane dell'Area Studi di Mediobanca, in base a interviste realizzate dalla seconda metà di settembre. Unico settore che resiste alla pandemia quello agroalimentare, nonostante il lockdown abbia messo sotto scacco il mondo della ristorazione. Con il segno più ci sono le aziende del conserviero (+1,3%), dolciario (+2,5%) e il caseario (+4,9%) e altri alimentari (+5,3%). Accusano invece una battuta d’arresto i molini e i pastifici (-4,4%) e il beverage (-2,9%).

Il grafico dell’area Studi Mediobanca

“Al contrario degli altri settori simbolo del Made in Italy come moda e automotive, che registrano cali di fatturato superiori al 20% - sottolinea Coldiretti -, le imprese del comparto alimentare mettono a segno un aumento dei ricavi diventando la prima ricchezza del Paese con un valore di filiera che supera i 538 miliardi . Quella agroalimentare è una realtà allargata dai campi agli scaffali che garantisce – continua la Coldiretti – 3,6 milioni di posti di lavoro e vale il 25% del Pil grazie all'attività, tra gli altri, di 740mila aziende agricole, 70mila industrie alimentari, oltre 330mila realtà della ristorazione e 230mila punti vendita al dettaglio.

Loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti