AnalisiL'analisi si basa sulla cronaca che sfrutta l'esperienza e la competenza specifica dell'autore per spiegare i fatti, a volte interpretando e traendo conclusioni al servizio dei lettori. Può includere previsioni di possibili evoluzioni di eventi sulla base dell'esperienza.Scopri di piùBorsa

Mediobanca positiva e in controtendenza dopo i conti e in vista dell'assemblea

Gli investitori continuano a interrogarsi sui piani Del Vecchio, azionista con quasi 20%, e Caltagirone, che è al 5%

di Eleonora Micheli

(REUTERS)

2' di lettura

(Il Sole 24 Ore Radiocor) - Mediobanca in evidenza a Piazza Affari dopo i conti del periodo luglio-settembre e alla vigilia dell’assemblea dei soci. I titoli sono arrivati a salire quasi dell'1%, in un FTSE MIB debole. Dall’assemblea dei soci in calendario giovedì 28 ottobre non dovrebbero emergere grandi novità, complice il fatto che l’assise anche quest’anno si terrà a porte chiuse a causa Covid, con il sistema del rappresentante designato, lo studio Trevisan. Anche dalle risposte che l’istituto ha inviato ai soci non ci sono state grandi rivelazioni, come sottolinea Il Sole 24 Ore.

Nessun chiarimento nemmeno relativamente al rafforzamento al 17,2% dei diritti di voto in Generali annunciato lo scorso settembre. Come prevede il piano presentato due anni fa, non sono state escluse operazioni straordinarie per far crescere l’istituto per linee esterne. Ma non sono state fornite ulteriori indicazioni. Intanto gli investitori continuano a interrogarsi sui piani per Mediobanca di Leonardo Del Vecchio, azionista che ormai sfiora il 20% del capitale, e di Francesco Gaetano Caltagirone, che ha una partecipazione attorno al 5%. Tanto più che i due imprenditori sono attivi nella partita di Generali, di cui Mediobanca è il primo azionista.

Loading...

Mediobanca ha chiuso il primo trimestre dell'esercizio 2021-2022 con un utile netto di 262 milioni, in crescita del 31% su base annua. Il risultato è superiore a quello previsto dagli analisti in base al consensus fornito dalla società, pari a 225 milioni. I ricavi sono aumentati del 13% a 706 milioni (665 la stima di mercato), con margine di interesse a 358 milioni (+0,4%) e commissioni record a 203 milioni (+7%). Confermato il payout pari al 70% dell'utile netto.

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti