banche

Mediobanca riorganizza l’investment banking

di Antonella Olivieri

(13705)

2' di lettura

Jean Marie Messier, fondatore della boutique parigina Messier Maris et Associès recentemente acquisita da Mediobanca, entra nell’organigramma di vertice di Piazzetta Cuccia che ha annunciato una nuova organizzazione per il suo core business, l’attività di corporate e investment banking.

Nell’istituto guidato da Alberto Nagel, a capo del Cib restano come co-head Francesco Canzonieri e Francisco Bachiller, che è anche responsabile della sede di Madrid. Canzonieri amplia le competenze sulla sede romana, dove - a colmare il vuoto lasciato dallo “storico” ambasciatore di Piazzetta Cuccia nella capitale, Francesco Ripandelli, scomparso un anno e mezzo fa - arriva Antonio Guglielmi, passato alla finanza operativa dalla ricerca specializzata sul settore bancario, che è stato nominato head del Cib a Roma, responsabile dei rapporti con le istituzioni pubbliche, e vice-chairman esecutivo del Cib. Compito di Guglielmi sarà quello di rafforzare la copertura delle società che gravitano nell’orbita pubblica e delle istituzioni.

Loading...

Messier viene nominato co-head of global coverage insieme a Stefano Rangone, che ha seguito i mercati per molti anni, diventando, come Guglielmi, vice-chairman esecutivo dell’area corporate e investment banking. Ai due banker viene affidata la responsabilità di un portafoglio clienti pre-definito.

Sotto al Cib, tre macro-aree: l’investment banking seguito dallo stesso Canzonieri, la divisione debito che resta affidata a Maria Teresa Iardella e la riorganizzata divisione mercati, equity e fixed income, con a capo Stefano Dova, arrivato quattro anni fa in Mediobanca da Deutsche Bank.

Nell’investment banking si torna all’antico, alla tradizionale organizzazione articolata su tre aree: corporate finance, equity capital markets, guidata da Francesco Spila, e debt capital markets, guidata da Marco Spano, quest’ultima in condivisione con la divisione debito.

Ancora, per presidiare ulteriormente il segmento delle medie imprese - in coerenza con l’importanza attribuita all’area dal piano industriale - verrà istituito un comitato mid corporate, presieduto da Francesca Anzeloni e Alberto Vigo, con l’obiettivo di promuovere e coordinare le attività delle divisioni corporate e investment banking, private banking e specialty finance.

La nuova orgnizzazione - spiegano a Piazzetta Cuccia - mira a valorizzare l’esperienza dei banker dell’istituto e a garantire alla banca - sotto il coordinamento dell’amministratore delegato Alberto Nagel - una miglior copertura dei clienti corporate, generando sinergie da un incremento del cross-selling tra i prodotti e i diversi mercati coperti da Mediobanca.

La nuova organizzazione sarà operativa a partire dal prossimo 1° luglio.

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti