ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùTransizione

MedItech parte con 26 progetti per digitalizzare le Pmi del Sud

di Vera Viola

Il polo universitario. MetITech ha sede nel campus di San Giovanni a Teduccio

3' di lettura

Meditech, il centro di competenza, di ricerca e innovazione, nato sulla scorta della legge su industria 4.0, è finalmente partito con in portafoglio 26 progetti che valgono circa 40 milioni. Dopo una difficile partenza infatti per l’ingresso prima e l’abbandono poi di alcuni soci privati, il centro che si avvale del sostegno di cinque università campane e tre pugliesi e di 22 partner industriali, è ormai una realtà che lavora a pieno ritmo.

MedITech 4.0 – Mediterranean Competence Centre 4 Innovation – unica realtà tra le otto selezionate nel 2018 dal Mise a operare su più regioni, Campania e Puglia, guardando però all’intero Sud Italia – è presieduto da Piero Salatino e diretto da Angelo Giuliana: è tra i protagonisti di tre dei 13 EDIH approvati dalla Commissione europea. La rete degli EDIH – European Digital Innovation Hub –, è la realtà a cui la Commissione Ue ha affidato «il compito di assicurare la transizione digitale dell’industria, delle Pmi e della pubblica amministrazione attraverso l’adozione delle tecnologie digitali avanzate, intelligenza artificiale, calcolo ad alte prestazioni, sicurezza informatica», che sarà finanziata con risorse provenienti per il 50% dalla Ue (Digital Europe Programme), e per il rimanente 50% dallo Stato italiano, con il Pnrr. Ogni progetto beneficerà di uno stanziamento complessivo pari a 6 milioni per 36 mesi.

Loading...

Intanto, da questo mese diventa operativa la nuova sede, ospitata nel complesso universitario di San Giovanni a Teduccio: si tratta di 600 mq divisi tra uffici e laboratori innovativi. Tra le novità più rilevanti, il primo laboratorio dedicato a tecnologie quantistiche .

Meditech sarà poi coinvolto nella piattaforma digitale open source europea Fiware, che consente di sviluppare applicazioni data enabling. Una soluzione adottata in Europa da numerose amministrazioni impegnate nella ricerca di soluzioni smart per la progettazione delle città: dalle smart grid alla smart mobility, ciclo dei rifiuti. Una rete che consente la collaborazione da remoto e che offre a MedITech di avviare progetti congiunti.

A queste iniziative si affiancano quelle che hanno ricevuto il “Seal of Excellence”, progetti di cui è stata riconosciuta la qualità e la portata innovativa, che non risultano in graduatoria, ma saranno finanziati al 50% dallo Stato italiano (mentre il restante 50% dovranno procurarselo sul mercato). Tra i vari progetti in partenza, MetITech parteciperà con un ruolo determinante al progetto «P.r.i.d.e. - Polo Regionale per l’Innovazione Digitale Evoluta», di cui è capofila Campania DIH e altri partner sono il Cerict (Centro Regionale Information Communication Technology) e il CNR – Diitet (Dipartimento di Ingegneria, ICT e Tecnologie per l’Energia e i Trasporti). Pride sarà una sorta di sportello unico per accompagnare le Pmi del territorio nella trasformazione digitale. Altro progetto in cantiere è Heritage Smart Lab che interessa l'industria creativa e culturale ed è un progetto poliregionale (Campania, Puglia, Basilicata). Suo obiettivo è realizzare uno dei «Poli Europei per l’Innovazione Digitale» a Matera, un laboratorio internazionale per l’applicazione delle nuove tecnologie al complesso mondo dei Beni Culturali e della creatività, nel quale promuovere la nascita di nuove imprese, attrarre startup innovative e realtà imprenditoriali. Ancora, il centro di competenza campano partecipa a Ap-Edih, iniziativa che riguarda le pmi di Puglia e Campania attive in ambito agritech, tessile, dell’automotive. MedITech è anche tra i partner dell’iniziativa “The Jackal Meta-Show”, vincitrice del bando Mise relativo alle Proposte per l’impiego del 5G nel settore della produzione e distribuzione di contenuti audiovisivi. Con un contributo di un milione sarà realizzato un prodotto audio-video con diretta streaming a 360° con regia da remoto. Sarà anche effettuata una lezione in DAD fruita in maniera immersiva e interattiva dagli studenti universitari. Importante il ruolo di MedITech anche nella gestione degli Its, gli Istituti tecnici Superiori ad alta specializzazione tecnologica che permettono di conseguire il diploma di tecnico superiore.

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti