Scooter

Medley cambia look e abbatte i consumi

Il «ruote alte» di Piaggio è stato rivisto nel design e nei motori 125 e 150 cc

di Federico Cociancich

default onloading pic

Il «ruote alte» di Piaggio è stato rivisto nel design e nei motori 125 e 150 cc


2' di lettura

Piaggio rinnova completamente il proprio scooter medio di gamma: nuovo design più sportivo, più prestazioni e minori consumi, più comfort e maggiori dotazioni di serie sono le caratteristiche principali del nuovo ruota alta Piaggio.

Due le motorizzazioni disponibili con i nuovi i-get 125 e 150 cc, e due le versioni per ogni motorizzazione: Normale e Sport, quest’ultima caratterizzata da colori più aggressivi, dal sistema di connettività Piaggio Mia di serie, che consente di collegare il proprio smartphone, e freni con disco a margherita e pinze color oro.

Il Medley si piazza a metà tra il più compatto (ed economico) Liberty e il più ingombrante e costoso Beverly, top dell’offerta piaggio in fatto di scooter: combina l’agilità di un veicolo metropolitano alla dinamicità di un ruota alta, pur mantenendo una ottima capacità di carico con lo spazio per due caschi integrali nel sottosella e un alloggiamento per lo smartphone, con tanto di presa Usb di ricarica, nel controscudo sotto il manubrio. Il nuovo design più sportivo, lo Start&Stop di serie, l’Abs, i fari Full Led, i cerchi da 16” all’anteriore e la nuova strumentazione digitale monocromatica ne fanno uno scooter moderno, perfetto compagno sia per muoversi in città, sia per qualche breve tragitto fuori porta. I nuovi motori a iniezione elettronica, distribuzione a quattro valvole e raffreddamento a liquido sono infatti potenti e dinamici: il 125 cc è limitato a 11 kW per poter essere utilizzato con la patente A1, mentre il 150 arriva a 12,1 kW, sufficienti a dargli un discreto brio. Il nuovo Medley ha un costo di listino che parte da 3.400 euro e salendo a step di 100 euro si può avere la versione S, quella motorizzata 150 e infine la S 150: l’impressione personale è che Piaggio abbia fatto scelte molto precise per realizzare uno scooter perfettamente equilibrato ma si stata attentissima a mantenere bassi i costi (e quindi il prezzo), unica soluzione percorribile per cercare di contrastare il dominio assoluto dell’Honda Sh, che in tutta Europa presidia stabilmente da anni l’intero podio nella classifica delle immatricolazioni.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti