Cosmetica

Medspa (Miamo) cresce tra impegno sociale ed espansione negli Usa

Parte il progetto SeTiAmi, dedicato al benessere psicofisico degli adolescenti voluto dalll’azienda che per il 2022 punta su internazionalità, internet e individualità

di Marika Gervasio

3' di lettura

Miamo, brand di cosmetici funzionali creato nel 2012 da due farmaciste, madre e figlia, Elena Aceto di Capriglia e Camilla D’Antonio, dà vita al progetto SeTiAmi, dedicato al benessere psicofisico degli adolescenti. L’iniziativa verrà attuata in alcune scuole di Milano, Roma e Palermo, in collaborazione con l’associazione onlus Fare X
Bene, esperta nell’ambito dei progetti educativi, e coinvolgerà oltre 500 studenti attraverso un ciclo d’incontri dedicati da marzo a dicembre 2022. Il progetto è pensato per offrire ai giovani un punto di appoggio, per aiutarli ad approfondire la consapevolezza del proprio essere e accrescere l’autostima di ciascuno imparando ad accettare sé stessi e gli altri valorizzando la natura intrinseca di ognuno. Si parlerà della cura del corpo come processo di conoscenza del sé per sviluppare un concetto inclusivo e sano di bellezza e la corretta igiene della pelle; di bullismo e cyberbullismo legati al corpo (body shaming); dei principi essenziali di una sana ed equilibrata alimentazione e di come prevenire patologie ad essa legate, quali ad esempio obesità, bulimia e anoressia.

Il progetto SeTiAmi si inserisce all’interno di una missione più ampia a sostegno della comunità che porta avanti il brand che è stato sviluppato da Medspa azienda nata nel 2006 da una famiglia impegnata da sempre nel campo farmaceutico e della medicina estetica che ha chiuso lo scorso anno con un fatturato di 14,5 milioni di euro, in crescita del 40%.

Loading...

«Il 2021 è stato per noi un anno di grandi conferme - commenta Giovanni D’Antonio, ceo di Medspa -. Sappiamo quanto lo scenario generale abbia portato su molti frangenti una revisione delle abitudini di consumo, contraendo spesso e obbligando a rinunce. Nel nostro caso l’anno scorso ha consolidato la fedeltà alla nostra azienda sia per quanto riguarda la clientela che acquista in farmacia, sia per l’importante bacino della vendita online. A questo vanno ad aggiungersi gli eventi formativi, le consulenze in store quando è stato possibile e il proliferare delle medical spa a marchio Miamo. Abbiamo voluto vedere il 2020 come un’opportunità per assistere farmacisti, operatori e clienti finali, osservando già una crescita che non ha risentito della tempesta non prevista che si è abbattuta sull’economia globale: la crescita è continuata e così anche e maggiormente nel 2021. Questo significa che anche in periodi di tagli nei consumi, l’efficacia dei prodotti e l’affidabilità dell’azienda, rappresentano una garanzia irrinunciabile per i consumatori».

E quest’anno è partito con il lancio sul mercato di nuovi prodotti di cosmeceutica funzionale a marchio Miamo e di integratori Nutraiuvens. «Parallelamente ai prodotti, anche i servizi, le iniziative di Miamo Academy e la divisione web avranno uno sviluppo che avevamo programmato da tempo e che ora, anche grazie all’inserimento nel team di figure manageriali di altissimo profilo, finalmente vedranno la luce - aggiunge il ceo -. Il nostro target per il 2022 grazie a questi investimenti è di 20 milioni. Ma non ci fermiamo naturalmente solo a Medspa. Quest’anno con la newco in Usa, recentemente costituita, ci occuperemo, all’interno del segmento beauty, di sviluppo di progetti internazionali, vista la domanda a livello globale di expertise sempre più crescente. Antares, che invece si occupa di prodotti per la medicina estetica e di dispositivi di protezione individuale ha in progetto di chiudere il 2022 a circa 2.5 milioni. Infine, tra le società del gruppo c’è Atlante, operativa nei settori yachting e real estate dal 2021 che nel 2022 si prefigge un obiettivo di fatturato a di circa 1 milione di euro. Tirando le somme il fatturato a livello corporate nel 2022 dovrebbe chiudersi con un + 41,9 % per un valore complessivo di 22 milioni».

I piani di sviluppo si possono riassumere con tre I: internazionale, internet, individuale. «Internazionale perché finalmente siamo pronti ad entrare nei mercati che da anni ci corteggiano e verso i quali abbiamo prima voluto stabilire strategie costumizzate e studiare le abitudini di consumo - continua D’Antonio -. Tutto questo per vautare non solo la vendita dei prodotti ma la piena comprensione della filosofia dell’Healthy Skin System. Internet perché attraverso la rete e la tecnologia abbiamo sviluppato un patto di trasparenza e fiducia con i nostri consumatori e dai loro feedback arrivano le informazioni essenziali per elaborare e formulare risposte concrete ad ogni esigenza della pelle a tutte le età e per ogni problematica che è la nostra mission da sempre. Infine, individuale, perché l’accuratezza dei nostri sistemi di profilazione, i test della pelle on line come primo approccio, la formazione continua dei farmacisti, ci consentirà di produrre protocolli sempre più precisi per le esigenze specifiche di ogni singolo individuo».

Riproduzione riservata ©

Consigli24: idee per lo shopping

Scopri tutte le offerte

Ogni volta che viene fatto un acquisto attraverso uno dei link, Il Sole 24 Ore riceve una commissione ma per l’utente non c’è alcuna variazione del prezzo finale e tutti i link all’acquisto sono accuratamente vagliati e rimandano a piattaforme sicure di acquisto online

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti