Investimenti

Megabox inaugura la nuova fabbrica a impatto zero

La famiglia Angeli inaugura sabato 12mila mq di stabilimento green e hi-tech con la prima certificazione Passivhaus delle Marche

default onloading pic

La famiglia Angeli inaugura sabato 12mila mq di stabilimento green e hi-tech con la prima certificazione Passivhaus delle Marche


2' di lettura

Dieci milioni di euro per uno stabilimento greenfield all’avanguardia energetica (il primo protocollo Passivhaus nelle Marche) e tecnologica (macchinari 4.0) che aumenterà del 20% la capacità produttiva: è l'investimento che si è “regalato” lo scatolificio Megabox a Vallefoglia, nell'entroterra pesarese vicino al vecchio sito dismesso, per festeggiare mezzo secolo di sviluppo. <Sono entrato nell'azienda fondata da mio padre nel 1969, un piccolo scatolificio di 4 persone. Oggi siamo un gruppo verticalizzato di 120 dipendenti e 52 milioni di fatturato, con tre società che gestiscono l'intera filiera del cartone, dalla produzione della materia prima al prodotto finale, principalmente per clienti italiani dei distretti dell'arredamento, nella nicchia ad altissimo servizio e del tailor made>, spiega il presidente Ivano Angeli.

Impianti digitalizzati ad alta automazione

La seconda generazione della famiglia Angeli (Ivano guida l’azienda con la sorella e due cugini) ha voluto lasciare un segno tangibile di come una fabbrica di cartone possa diventare un luogo di benessere per i lavoratori e la comunità: bella da vedere – l’inaugurazione di sabato 26 ottobre sarà l’occasione per vedere con i propri occhi - con 1.500 mq di pannelli fotovoltaici sul tetto da 300 Kw di potenza per garantire l'autosufficienza energetica, uffici tutti in legno, impianti digitalizzati ad alta automazione ed efficienza (4 milioni sono stati investiti solo in tecnologie).
Nei 12mila metri quadrati di fabbrica 4.0 si sono già trasferiti da un paio di mesi i 35 dipendenti (altri 40 operano nella controllata Inpack specializzata in sistemi di imballaggio e 50 nel sito cesenate Ondulati del Savio che lavora la materia prima) e qui a Vallefoglia si produrranno quasi 30 milioni di mq di cartone l'anno. «Stiamo certificando per i contributi 4.0 del Piano nazionale una linea all’avanguardia che ci permetterà di rispondere alla domanda in forte crescita del mercato senza alcun impatto aggiuntivo ull'ambiente», precisa il presidente, che per il 2019 prevede un aumento a doppia cifra del fatturato e marginalità sopra il budget.
Lo standard volontario di certificazione internazionale Passivhaus è stato ottenuto in virtù della scelta energetica green e a un involucro edilizio che garantisce alto livello di confort, benessere abitativo e qualità dell'aria: saranno infatti tagliati 4.300 kg di anidride carbonica l'anno e grazie ai 780 pannelli fotovoltaici sul tetto si produrranno oltre 430mila KWh di energia pulita ogni anno.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...