Settenote

Mehta dirige a Firenze la «Missa in tempore belli di Haydn»

L'Istituzione Universitaria dei Concerti porta la musica negli spazi verdi della capitale: si comincia con il Museo Orto Botanico dell'Università “La Sapienza”

di Angelo Curtolo

default onloading pic
Orto botanico - Roma

L'Istituzione Universitaria dei Concerti porta la musica negli spazi verdi della capitale: si comincia con il Museo Orto Botanico dell'Università “La Sapienza”


2' di lettura

I teatri ripartono, facendo entrare il pubblico, per quanto fortemente contingentato. A Firenze un grande direttore come Mehta include nel programma anche la Missa in tempore belli di Haydn – scelta in sintonia con i tempi, si direbbe; mentre a Roma scopriamo le bellezze dell'Orto Botanico.


Firenze

Si riparte, di fronte al pubblico in sala! Il 30-3-7 al Teatro del Maggio , Zubin Mehta e l'Orchestra interpretano Sinfonie di Schubert e la Missa in tempore belli di Haydn; e inoltre musiche di Berg (Tre Frammenti dall'opera Wozzeck) e Webern (i Sei pezzi op.6 per orchestra) Per 200 spettatori (in base al decreto governativo) oltre a quelli che li vedranno in streaming sulla piattaforma Idagio.

Roma

Il 5 al via il festival Classica al tramonto, la rassegna di musica da camera che l'Istituzione Universitaria dei Concerti organizza ogni estate negli spazi verdi della città. Il luogo sarà particolarmente suggestivo, il Museo Orto Botanico dell'Università “La Sapienza”, un luogo segreto e silenzioso a ridosso di Palazzo Corsini alla Lungara.

Apre la pianista Gloria Campaner, con il violino di Michele Redaelli e il violoncello di Enrico Saverio Pagano. I tre musicisti suoneranno di volta in volta in trio, in duo e a solo, con musiche di Haydn, Mozart, Beethoven e Respighi (un suo poco noto Notturno, particolarmente in tono con l'ambiente e l'ora).

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti