ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di più

Melfi, avviato dalla Regione Basilicata l'iter per chiedere il riconoscimento di area di crisi complessa

L'iter sarà avviato formalmente a dicembre con una delibera di giunta e l'istanza al ministero delle Imprese e del Made in Italy

di Daniela Casciola

2' di lettura

La Regione Basilicata ha avviato l'iter per chiedere il riconoscimento dell'area di crisi complessa a Melfi. L'assessore regionale alle attività produttive Alessandro Galella, insieme al sindaco Giuseppe Maglione e ai rappresentanti istituzionali della Provincia, hanno incontrato le Associazioni di categoria e Sindacati.

Nel corso dell'incontro sono stati illustrati gli step che vedranno impegnata la Regione Basilicata in questo percorso, che ha riscontrato apprezzamenti da tutte le parti in causa, favorevoli anche alla sottoscrizione di un protocollo d'intesa a sostegno delle vertenze aperte.

Loading...

L'incontro a Potenza, che ha visto anche la partecipazione del direttore generale e dei funzionari tecnici del Dipartimento Sviluppo economico della Regione Basilicata, ha aperto un percorso concertativo. Il procedimento avviato dalla Regione Basilicata è stato apprezzato sia dalle Associazioni di categoria sia dai sindacati, che ne hanno condiviso principi e finalità.

L'obiettivo è quello di trovare una soluzione nell'immediato per rilanciare il tessuto industriale del territorio, attraverso la promozione degli investimenti per accrescere l'attrattività e la competitività del sistema produttivo.

Nelle prossime settimane sarà definito il protocollo d'intesa tra la Regione e le parte sociali per rafforzare l'iter, che sarà avviato formalmente a dicembre con una delibera di giunta e la successiva presentazione dell'istanza di riconoscimento di area industriale di crisi complessa al ministero delle Imprese e del Made in Italy.

«É un traguardo importante per diventare protagonisti sui tavoli centrali di Roma e del governo, per tutelare i lavoratori nella fase di transizione industriale e per rilanciare l'intera area. Sono felice è molto ottimista sul fatto che questa pratica possa arrivare a conclusione», ha commentato l'assessore Galella.

Il settore dell'automotive copre il 50% di tutta l'occupazione manifatturiera in Basilicata.

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti