I 10 trend mondiali della casa anti-covid

9/11Residenziale

Meno open space, più diaframmi mobili

default onloading pic
(Adobe Stock)

Se l'epoca dei grandi spazi senza muri, dei grandi soggiorni-cucina-studio per vivere tutti insieme, con il Covid-19, sembra se non tramontata per lo meno praticata con soluzioni che possano facilitare la privacy e la necessaria concentrazione durante lo studio o il lavoro. Sono oggi disponibili diaframmi mobili molto flessibili, di dimensioni compatte e in grado di essere movimentate con facilità. E sono spesso di un'ottima qualità estetica. Per esempio i pannelli di Caimi coniugano design (hanno ricevuto numerosi premi) e funzionalità e sono self-standing quindi facilmente spostabili oppure addirittura sospesi. Se si desidera una soluzione molto speciale, consigliamo i vetri, anche curvi, che diventano trasparenti o opachi semplicemente sfiorando un tasto di Priva-Lite o Flexilite (questi ultimi installati nelle show-room degli stilisti più famosi). Vério di Flexlite è un vetro a opacità controllata con un film a cristalli liquidi, che tramite la corrente elettrica a bassissimo voltaggio, lascia o sbarra la luce a comando. Meno costosa la pellicola, prodotta dalla Serisolas, con LCD elettrici da applicare a vetri già esistenti.

Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter RealEstate+

La newsletter premium dedicata al mondo del mercato immobiliare con inchieste esclusive, notizie, analisi ed approfondimenti

Abbonati