osservatorio Inps

Meno pensioni previdenziali e più assegni di invalidità civile e indennità di accompagnamento

di Davide Colombo

(13697)

2' di lettura

Meno pensioni previdenziali e più assegni di invalidità civile e indennità di accompagnamento. Negli ultimi sei anni, per effetto delle riforme previdenziali che hanno innalzato i requisiti anagrafici e contributivi per l'uscita dal mercato del lavoro, l'insieme delle pensioni vigenti è calato del 2,7%, passando da 18,364 milioni circa del 2012 a 17 milioni e 863mila registrate a gennaio di quest'anno, quando la spesa per queste prestazioni ha raggiunto i 194,3 miliardi (186 nel 2012).

Inps, statistiche in breve

Visualizza

Tra il 2015 e il 2016, in particolare, la frenata delle nuove pensioni di vecchiaia e anticipate liquidate è stata significativa: si è passati da 1 milioni e 120mila circa a 1 milione e 48mila (-6%). Nello stesso passaggio d'anno l'età media alla decorrenza della pensione è invece aumentata, passando da 62 anni e 7 mesi a 63 anni e 2 mesi, sempre considerando nel loro insieme le pensioni di vecchiaia e quelle anticipate.

Loading...

A fronte di questa lenta ma progressiva tendenza al calo dei pensionamenti, segnalato dall'ultimo Osservatorio statistico pubblicato dall'Inps, s'è invece registrato un aumento delle prestazioni assistenziali. Le invalidità civili e le indennità di accompagnamento sono passate, nel loro insieme, da 2 milioni 734mila del 2012 a 3 milioni e 60mila del gennaio scorso (+1,2%), per una spesa annua che sale da 13,7 miliardi a 15,8. Il fenomeno è legato, tra l'altro, all'invecchiamento dei pensionati e all'ingresso di molti di loro nelle condizioni di non autosufficienza che fanno scattare l'accompagnamento, un assegno quest'ultimo svincolato da requisiti di reddito.

L'altra dinamica importante che emerge dai numeri dell'Osservatorio e dalla serie storiche riguarda le pensioni sociali, vale a dire l'assegno assistenziale riconosciuto agli over 65enni privi di reddito. Si passa dalle 828mila pensioni del 2012 (assegno medio 389 euro) alle 854mila del gennaio 2017 (425,3 euro di assegno medio), con un incremento del 3,14%.

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti