Mercati

Mercati: su stallo Quirinale operatori alla finestra, scommessa Draghi o figura alto profilo

La difficoltà dei partiti di trovare un candidato condiviso alza le chance di Draghi come soluzione di ultima istanza

di Andrea Fontana

Dal quorum allo spoglio, come funziona l'elezione del presidente della Repubblica

3' di lettura

Lo stallo sulle elezioni del Presidente della Repubblica non preoccupa per il momento gli operatori finanziari poiché lo scenario ritenuto più probabile è quello di un passaggio di Mario Draghi da Palazzo Chigi a Palazzo del Quirinale, previo un patto sul Governo tra le forze politiche di maggioranza, oppure dell'individuazione di una figura di alto profilo per il ruolo di Capo dello Stato. I termometri principali del timore dei mercati per l’Italia non si sono surriscaldati: il rendimento dei titoli di Stato italiano, complice il general sell-off sugli asset più rischiosi e il ritorno sui governativi, è tornato a scendere negli ultimi giorni sotto l’1,4% (1,35% oggi) e lo spread con il Bund tedesco si è mantenuto in area 140 punti nelle ultime due settimane (144 alla chiusura odierna).

Le due ipotesi

Lo scenario di base, sottolineano gli analisti di Barclays, resta quello di un esito positivo, o con Draghi eletto presidente e un governo di unità che prosegua nell’agenda del suo governo, o con un presidente di carattere istituzionale con una maggioranza parlamentare molto ampia e il governo di Draghi che dura fino alla fine della legislatura nel 2023.

Loading...

Se la difficoltà dei partiti di trovare un candidato condiviso alza le chance di Draghi come soluzione di ultima istanza, Barclays non nasconde comunque che lo stallo potrebbe anche aprire a un quadro non visto favorevolmente dai mercati con un Presidente della Repubblica eletto da una maggioranza contenuta con conseguenze anche per il supporto al Governo attuale.

«Il mercato oscilla tra due possibilità: un’elezione di Mario Draghi come presidente o un’elezione guidata di un personaggio di alto profilo - si legge nel commento di inizio settimana del team strategie di credito globale di Algebris - La prima ipotesi rappresenterebbe una svolta positiva a lungo termine per l’Italia, in quanto Draghi avvantaggerebbe la governance e la reputazione dell’Italia per altri sette anni, al posto di un solo anno rimanente del suo mandato di premier. Tuttavia, ciò potrebbe generare una certa volatilità di breve termine, dato che il posto di premier sarebbe vacante, aprendo la possibilità di elezioni anticipate. Un profilo di alto rango eviterebbe il rischio di breve termine, ma vi potrebbe generare incertezze nel lungo, soprattutto perché in questo caso le elezioni del 2023 potrebbero essere accoppiate alla stretta della Bce».

Rischio di elezioni anticipate?

Per Algebris comunque il rischio di elezioni anticipate è "relativamente basso" e la volatilità dei mercati dovuta all’incertezza potrebbe tradursi in un allargamento dello spread di 20-30 punti base. «Riteniamo che le ipotesi più accreditate siano la nomina di un personaggio di alto profilo con la continuazione dell’attuale governo oppure la nomina di Draghi con un accordo per proseguire con l’agenda dell’attuale governo fino a fine legislatura», osserva un’altra casa di investimento che si attende una svolta dalle riunioni tra i segretari politici principali che si terranno domani. Per Ubs, che nei giorni scorsi attribuiva il 67% di probabilità all’attuale presidente del Consiglio di salire al Quirinale, è comunque vero che con Draghi al Colle la necessità di un riassetto di Governo o di elezioni anticipate aumenterebbe l’incertezza portando i mercati a focalizzarsi di nuovo sull’outlook macroeconomico dell’Italia e sul debito, anche se l’andamento dei BTp non ha mostrato fin qui grande preoccupazione per questo scenario. Per Equita, infine, un secondo mandato di Mattarella resta l’opzione preferibile dai mercati, seguita dalla scelta di Draghi che darebbe certezza di un alto profilo per il settennato pur associato all’incertezza di breve, mentre un terzo nome potrebbe anche avere implicazioni potenzialmente negative.

Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti