I NUMERI

Mercato Usa: nonostante il calo annunciato, gli analisti prevedono vendite da record nel terzo trimestre

L’impatto della pandemia sulle immatricolazioni

default onloading pic
(AFP)

L’impatto della pandemia sulle immatricolazioni


1' di lettura

Nonostante il previsto calo nelle vendite di veicoli leggeri il terzo trimestre dovrebbe essere il più̀ forte per il mercato statunitense in un anno “impantanato” dalla pandemia di Coronavirus secondo gli analisti di settore americani. La maggior parte delle Case rilascerà̀ i risultati di settembre e del terzo trimestre solo nei prossimi giorni, ma gli esperti prevedono che le vendite al dettaglio di veicoli nuovi continueranno a riprendersi mentre i volumi di leasing e flotte rimarranno in calo. Le vendite di veicoli leggeri negli Stati Uniti sono diminuite del 22% a quasi nove milioni fino ad agosto secondo J.D. Power e Cox Automotive.

La prima, come Lmc Automotive, prevedono 3,5 milioni di vendite al dettaglio nel terzo trimestre con un calo del 6,2% circa rispetto al terzo trimestre 2019, comunque minore rispetto al primo e al secondo quarter (-13% e -23%). Il tasso di vendita annualizzato destagionalizzato (Saar) raggiungerà̀ i 15,7 milioni a settembre secondo le due società̀ di analisi, ovvero circa 200.000 veicoli in più rispetto alla proiezione di Cox e circa un milione in più̀ rispetto a quella di ALG. Il Saar di agosto ha raggiunto 15,2 milioni ad agosto e 17,2 a settembre 2019, ed è aumentato gradualmente ogni mese da quando ha toccato il livello più̀ basso (8,74 mln) ad aprile. Gli analisti prevedono che settembre sarà̀ il primo mese di aumento delle vendite anno su anno da febbraio, prima che la pandemia colpisse gli Stati Uniti portando alla chiusura di showroom e impianti di assemblaggio.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti