ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùTrimestrale

Mercedes-Benz, i conti volano. Addio alle attività in Russia

L’inflazione record e l’aumento dei tassi di interesse stanno colpendo le attività negli Stati Uniti e in Europa, dove la società ha tagliato le aspettative di vendita, ma non in Cina. Attività russe cedute a un investitore locale

di Alberto Annicchiarico

Mercedes-Benz sulla piazza Rossa a Mosca (EPA)

2' di lettura

Oltre ogni aspettativa. Mercedes-Benz alza l’asticella dei suoi obiettivi dopo avere chiuso il terzo trimestre con un utile operativo in crescita dell’83% a 5,2 miliardi di euro e un risultato netto salito da 2,6 a 4 miliardi. Quanto ai ricavi sono in rialzo del 19% a 37,7 miliardi. «Ancora una volta - ha commentato il direttore finanziario Harald Wilhelm - Mercedes-Benz ha realizzato risultati solidi grazie alla domanda robusta per i nostri prodotti, che sono molto richiesti».

Guidance migliorata

«In combinazione con la disciplina finanziaria che abbiamo posto in essere - ha aggiunto - stiamo rendendo l’azienda più resistente e stiamo tracciando il cammino per i prossimi mesi, accelerando il nostro processo di trasformazione». Per l’intero esercizio il gruppo di Stoccarda prevede «ricavi e utile operativo significativamente più alti che nel 2021», mentre il flusso di cassa si manterrà «ai livelli dell’anno precedente».

Loading...

Inflazione e tassi in aumento

Guidance alzata quindi, mentre l’inflazione record e l’aumento dei tassi di interesse stanno colpendo le attività negli Stati Uniti e in Europa, dove la società ha tagliato le aspettative di vendita. La casa automobilistica vede ora le consegne negli Stati Uniti «significativamente» inferiori rispetto all’anno precedente, rispetto a un leggero calo precedente. In Europa, le vendite diminuiranno ulteriormente da un livello già basso. Si prevede che i mercati più deboli degli Stati Uniti e dell’Europa saranno compensati da vendite significativamente più elevate in Cina, dove le agevolazioni fiscali per l’acquisto di auto spingono la domanda dopo una serie di severi blocchi pandemici.

Addio alla Russia

Intanto il governo di Mosca ha fatto sapere che la casa tedesca venderà le sue attività in Russia a un investitore locale: lo ha reso noto il governo russo. «Il nuovo proprietario delle filiali russe di Mercedes-Benz, Avtodom, sarà in grado di attrarre altre aziende come partner per organizzare la produzione congiunta» di autovetture nello stabilimento Mercedes di Yesipovo, che è stato inaugurato nel 2019 e si trova a circa 50 chilometri da Mosca, ha scritto in un comunicato il ministero russo dell’Industria e del Commercio. «Mercedes-Benz lascerà il mercato russo», ha confermato il gruppo tedesco in un comunicato. Tra le «principali priorità» della società nel concludere l’accordo con Avtodom c’era il mantenimento dei posti di lavoro nelle filiali russe, ha sottolineato il direttore generale di Mercedes-Benz-Rus, Natalia Koroliova, citata nel comunicato della casa automobilistica.

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti