Caro carburante, 15 auto diesel dai bassi consumi per combattere la crisi

11/16Auto

Mercedes Classe C diesel

Bassi consumi e grande autonomia per la Mercedes Classe C diesel berlina. Nello specifico la La “Baby Benz” è diventata adulta: la nuova Classe C segna l'ingresso in un nuovo mondo ancora più digitale ed efficiente grazie alla trazione mild hybrid a 48 volt, all’alternatore-starter integrato e alla tecnologia ibrida plug-in che ne fa la prima gamma di Mercedes-Benz completamente elettrificata. Il sistema di batterie ad alta efficienza offre alla plug-in un’autonomia elettrica di quasi 100 km, un valore finora mai raggiunto in questa categoria. Al contempo fissa parametri di riferimento in tema di sostenibilità. Come la Classe S adotta la seconda generazione di MBUX. Un significativo passo avanti è stato compiuto sia nell’hardware che nel software per rendere l’abitacolo ancora più digitale e intelligente: sugli schermi Lcd le visualizzazioni agevolano il comando delle funzioni comfort e della vettura. Tra gli elementi tecnici di spicco da segnalare il sistema Digital Light e l’asse posteriore sterzante. Nel dettaglio la Classe C berlina 220 d Mild hybrid Premium Pro è lunga 475 cm, larga 182 cm, alta 144 cm con un bagagliaio da 455 litri. Nella versione 220 d Mild hybrid Premium Pro costa 64.624 euro con motore ibrido diesel di 1.992 cc (Euro 6) capace di erogare una potenza massima di 147 kW/200 cavalli ed una coppia massima di 440 Nm a 1.800 giri/min. La trazione è posteriore. Il serbatoio ha una capienza di 40 litri. Le emissioni di CO2 sono di 148 g/km. L’accelerazione da 0 a 100 km/h avviene in 7,3 secondi. La velocità massima raggiungibile è di 245 km/h. La massa a vuoto in ordine di marcia con conducente e bagaglio (norme UE) è di 1.680 kg.
Per saperne di più clicca sul listino

Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti