TEST DRIVE 

Mercedes Classe A ora è anche ibrida plug-in: la nostra prova su strada 

La nuova generazione della compatta della Stella diventa ora anche elettrica alla spina con il motore 1.3 litri benzina accappiato all’unità elettrica. Il prezzo parte da circa 42mila euro

di Giulia Paganoni

default onloading pic
(Daimler AG)

La nuova generazione della compatta della Stella diventa ora anche elettrica alla spina con il motore 1.3 litri benzina accappiato all’unità elettrica. Il prezzo parte da circa 42mila euro


3' di lettura

Tecnologica e green. La Classe A aggiorna l’offerta proponendo la versione ibrida ricaricabile alla spina (plug-in), la A 250e Eq Power, con un’autonomia di circa 60 chilometri (ciclo Wltp) in modalità 100% elettrica grazie alla batteria agli ioni di litio con capacità da 15,6 kWh.

La doppia motorizzazione per 218 cv complessivi  
La A250e Eq Power è riconoscibile dal doppio sportellino di rifornimento. Sul lato destro la presa di ricarica e su quello sinistro per la benzina. Sotto al cofano si nasconde un motore termico benzina molto efficiente affiancato a un elettrico con batteria aglio ioni di litio dall’autonomia maggiorata rispetto alle concorrenti. La classe A sfida le premium compatte elettrificate per l’hi-tech di bordo e, ora, anche con l’unità sotto al cofano. Il quattro cilindri benzina (sviluppato in collaborazione con Renault) ha una potenza di 160 cv che, unito al powertrain elettrico (integrato all’interno del cambio a doppia frizione 8G-Dct) da 75 kW, raggiunge i 218 cv (160 kW) e 450 Nm complessivi. Un’accoppiata che abbiamo trovato convincete. Il termico era già stato valutato come elastico e grintoso e, ora, con l’aiuto dell’elettrico ha migliorato ancora di più le performance nelle accelerazioni da fermo (0-100 km/h in 6,6 secondi) e nelle riprese. La velocità massima raggiungibile è di 235 km/h. In un contesto misto abbiamo riscontrato (secondo il computer di bordo) un consumo di 6 litri/100 km ed emissioni (dichiarate dal costruttore) di 33-35 g/km.

Quattro modalità di guida 
Il carattere dell’auto cambia anche in base alle quattro modalità di guida selezionabili: electric, con la quale si viaggia 100% elettrico finché il conducente non schiaccia l’acceleratore fino in fondo (kick-down). Inoltre, con il programma electric è possibile selezionare il recupero di energia con i paddle dietro al volante impostando cinque diversi livelli di recupero. La modalità comfort prevede che il motore termico e quello elettrico collaborino. L’avvio di quello termico risulta essere; sport, che utilizza solo la modalità termica rendendo anche l’auto e lo sterzo più rigidi e indiviadual

La trazione è sempre e solo anteriore e accusa un po' di sottosterzo soprattuto con fondo umido/bagnato. 

La ricarica: circa 2 ore per il pieno di energia 
La compatta delle Stella a tre punte può essere ricaricata con corrente alternata o continua. La presa di corrente si trova nella fiancata destra della vettura. Se collegati a una wallbox da 7,4 kW in corrente alternata (CA), questi modelli ibridi plug-in compatti passano da un livello di carica (SoC, “Status of Charge”) del 10% al 100% in 1 ora e 45 minuti. La ricarica in corrente continua (CC) da 24 kW richiede circa 25 minuti per portare il livello di carica dal 10 all'80%.Le batterie sono fornite da Deutsche Accumotive, società affiliata di Daimler al 100%. La batteria ad alto voltaggio è raffreddata ad acqua e pesa circa 150 kg. 

Interni dominati dall’hi-tech 
A bordo si è accolti in un abitacolo confortevole e pratico. Non ci sono cambiamenti rispetto alle altre versioni della Classe A. L’auto da noi provata è con allestimento Premium che comprende, tra agli altri, il doppio display da 10,25 pollici, touch per la parte dell’infotainment. I sistemi di assistenza alla guida sono precisi, il cruise control non è adattivo ma avverte quando ci si avvicina troppo l’auto che precede e il sistema di mantenimento della corsia è piuttosto invasivo nell’agire sul volante, ma migliore rispetto ad altri modelli prevedenti della gamma. Il volante sportivo in pelle è regolabile sia in altezza che in profondità. Nota migliorabile è il sedile che ha le regolazioni manuali, magari su un modello premium e allestimento alto di gamma ci si aspetterebbe qualcosa in più. 

Il prezzo di listino parte da circa 42mila euro con incentivi previsti dal marchio tedesco. Sono disponibili dei pacchetti per il noleggio a lungo termine o per il leasing. 

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti