Mercedes EQA, 10 cose da sapere sul suv elettrico compatto

7/11Auto

Mercedes EQA pompa di calore di serie

default onloading pic

L'auto dispone di una sofisticata gestione termica con pompa di calore di serie. Con numerosi dettagli innovativi, come lo sfruttamento del calore residuo della trazione elettrica, il sistema è concepito per garantire grande efficienza e quindi la massima autonomia possibile. Inoltre, grazie alla preclimatizzazione, chi guida EQA non è costretto la mattina a raschiare i vetri né a salire a bordo di un'auto gelida. E anche nella massima calura estiva l'abitacolo sarà già piacevolmente fresco ancora prima di partire. Prima della partenza è infatti possibile preclimatizzare l'abitacolo di EQA, attivando la funzione direttamente dal sistema di Infotainment MBUX o dall'app Mercedes me. Se si attiva la preclimatizzazione durante la ricarica, non si riduce l'autonomia, dal momento che il fabbisogno energetico è coperto dalla corrente di ricarica, senza attingere alla batteria. La preclimatizzazione funziona sulla base del valore target. Ciò significa che, se il guidatore imposta il suo orario di partenza, entro quel momento EQA viene portato alla temperatura selezionata. Il guidatore può scegliere di volta in volta un orario e una temperatura, oppure può avvalersi di un profilo settimanale. Inoltre la preclimatizzazione viene attivata automaticamente per cinque minuti non appena l'auto viene sbloccata con la chiave. Al momento dell'avvio o della conclusione della preclimatizzazione, che può durare al massimo un'ora, il guidatore riceve una notifica push. Nel programma di marcia ECO si passa a una gestione previdente dell'utilizzo di energia da parte degli utilizzatori secondari. In questo modo il consumo di corrente si riduce, a vantaggio dell'autonomia. La progettazione termica efficiente riduce il fabbisogno di corrente. EQA adotta una sofisticata progettazione termica con pompa di calore di serie. Il sistema opera in modo molto efficiente: il calore residuo della trazione elettrica (convertitore cc/ca e motore elettrico) può essere impiegato per riscaldare la cabina. Così facendo si riduce il consumo di corrente della batteria da destinare al riscaldamento, incrementando l'autonomia. Una pompa di calore – analogamente a quelle impiegate nelle abitazioni – trasporta il calore da un livello più basso a uno più alto. In questo modo il “tepore freddo”[1], che si verifica spesso in una vettura elettrica, può essere usato per riscaldare l'abitacolo. Ecco una panoramica dei meccanismi d'azione della pompa di calore di EQA.

Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti