Company Car Drive

Mercedes rilancia sulla parola d’ordine «CASE»

2' di lettura

Mercedes a Company Car Drive con la parola d'ordine CASE CASE (acronimo di Connected, Autonomous, Shared & Services, Electric). È la parola d'ordine che segnerà il futuro a breve, medio e lungo termine di Mercedes e che è stata riproposta anche in occasione della terza edizione di Company Car Drive, evento di riferimento per il settore delle flotte aziendali, organizzato da GL Events in collaborazione con Econometrica e in corso di svolgimento all'Autodromo di Monza. Il mondo delle company car fa così il suo ingresso nella mobilità del futuro quando le flotte saranno sempre più connesse, autonome, condivise ed elettriche. La Stella è fortemente concentrata su queste quattro aree con un impegno a 360 gradi. Impegno che prevede lo sviluppo della connettività per accedere ad una ricca offerta di servizi personalizzati (grazie a Mercedes ME e la Casa tedesca è stata pioniera già ad inizio anni '90 con la 500e realizzata tecnologicamente in collaborazione con Porsche), della tecnologia per la guida autonoma (a Monza è presente il prototipo che ne anticipa i vantaggi), della condivisione sempre più richiesta dal pubblico e dell'elettrificazione.

Per quest'ultimo settore, Mercedes sta preparando un'autentica rivoluzione che si concretizzerà (grazie ad investimenti superiori ai 7 miliardi di Euro nel campo della ricerca e dello sviluppo) nel lancio entro fine anno di 10 modelli ibridi plugin ed entro il 2022 di 10 vetture elettriche pure sotto il segno del neo brand EQ con autonomia promessa di circa 500 km. Come anticipato recentemente dal numero uno del Gruppo Daimler, Dieter Zetsche, entro il 2025 le vendite mondiali di veicoli a zero emissioni targate Mercedes rappresenteranno circa il 25% del totale.

Loading...

L'offensiva EV non significa però un abbandono dello sviluppo dei motori convenzionali (soprattutto diesel dove Mercedes è molto forte), che saranno più efficienti anche per soddisfare le stringenti normative sulla riduzione delle emissioni di CO2 fissate dall'Unione Europea per i prossimi anni. La “E” di CASE ha peraltro già portato alla distribuzione di 11 modelli ibridi e 4 full electric, spaziando dai grandi SUV alle berline, dai monovolume alle station wagon, fino alla citycar per eccellenza, la smart, che propone le varianti electric drive di fortwo e forfour, con la prima disponibile a 23.800 Euro per un'autonomia di 160 km, ideale nel traffico cittadino, come abbi amo potuto apprezzare in una rapida prova all'esterno delle mura dell'Autodromo brianzolo. Brand smart che tra l'altro è anche grande protagonista del car sharing con il servizio di successo car2go. La progressiva ibridizzazione delle motorizzazioni tradizionali sta iniziando a coinvolgere anche il mondo delle company car, come confermato dal responsabile flotte di Mercedes-Benz Italia, Christian Catini, soprattutto all'interno di grandi multinazionali. Nel settore business, Mercedes si affida attualmente ad un poker d'assi rappresentato da Classe C, Classe E (in particolare con la nuova versione All Terrain), Classe S e GLC. In definitiva, secondo Mercedes e anche le altre principali Case auto mondiali, l'elettrificazione è destinata letteralmente ad ad esplodere, vedremo quando.

Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti