Consiglio europeo a Bruxelles

Mes, Conte: a gennaio promuoveremo il rilancio dell’Unione bancaria

Il premier, nel suo intervento all’Eurosummit, ha ricordato che il Parlamento italiano, sia a giugno sia mercoledì, ha espresso una chiara opzione per la logica di pacchetto in modo da riservarsi una valutazione complessiva dei vari elementi del processo di riforma


Mes, Governo supera voto sul Fondo Salva-Stati. A rischio M5s

2' di lettura

«Rispetto le aspettative di Centeno» (presidente dell’Eurogruppo, ndr) sul poter firmare il Mes a inizio 2020 «ma poi a condividere e sottoscrivere i risultati sono ciascuno Stato nell’ambito delle sue prerogative. Il governo italiano, come sempre dichiarato, coinvolgerà ampiamente il Parlamento. Aspettiamo a dare una data, assolutamente». Lo ha detto il premier Giuseppe Conte, a margine del Consiglio europeo a Bruxelles.

Mes, Conte all’Eurosummit: Camere valuteranno il pacchetto
Conte, nel suo intervento all’Eurosummit ha «ricordato - a quanto viene
riferito - che il Parlamento italiano, sia a giugno sia mercoledì, ha espresso una chiara opzione per la logica di pacchetto in modo da riservarsi una valutazione complessiva dei vari elementi del processo di riforma». Ha valutato lo stato sin qui raggiunto nell’ambito del processo di completamento dell’Unione Economica e Bancaria. Si è soffermato,
quanto alla revisione del Mes, su alcune questioni critiche, in particolare sulle Cacs (clausole di azione collettiva) anticipando l’importanza di articolare i creditori per classi omogenee.

Ha incitato ad essere più ambiziosi con la proposta riguardante il Bicc (strumento di bilancio per la competitività e la convergenza) in modo da
perseguire anche una funzione di stabilizzazione macroeconomica,
con adeguate risorse. E ha anticipato che con il nuovo anno l’Italia si farà promotrice di un rilancio sul negoziato sull’Unione bancaria.

Premier chiede modificare dichiarazione Eurosummit
Il premier ha chiesto inoltre «una modifica del punto 2 delle conclusioni in modo da dare atto che c’è ancora da lavorare per la revisione del Mes». Lo si apprende da fonti italiane. La modifica chiesta da Conte è di inserire il passaggio: «Chiediamo all’Eurogruppo di continuare a lavorare al pacchetto di riforme del’ESM...», modificando così la dichiarazione «Chiediamo all’Eurogruppo di finalizzare il lavoro tecnico riguardante il pacchetto di riforme...»

Eurosummit accoglie modifiche italiane al testo
E l’Eurosummit ha accolto la proposta italiana di modificare le conclusioni che riguardano il negoziato sul Mes, il meccanismo europeo di stabilità. Secondo quanto si apprende, la modifica che rende più esplicito il concetto che il negoziato deve proseguire e non finire a gennaio non cambia però la tabella di marcia che si è dato l’Eurogruppo per l’approvazione, ovvero resta l’idea di avere un accordo finale entro i primi mesi del 2020.

Eurosummit: prosegua lavoro su Mes e Unione bancaria
«Incoraggiamo l’Eurogruppo a proseguire il lavoro sul pacchetto di riforme del Mes, in attesa della procedure nazionali, e di continuare a lavorare su tutti gli elementi di un ulteriore rafforzamento dell’Unione bancaria, su base consensuale». È quanto si legge nelle conclusioni
dell’Eurosummit. «Incoraggiamo che sia portato avanti il lavoro
su tutti questi temi su cui torneremo al più tardi entro giugno
2020», aggiungono i leader.

Per approfondire
Dalla Bce al Mes: tutti gli italiani che contano nei palazzi dell'euro
Mes, 5 miti da sfatare sul Fondo salva-Stati
Cos’è il Mes, il Fondo salva-Stati e quali rischi corre l’Italia

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...