ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùAtenei

Messa: «Avanti su tema concorsi, atenei forti con più risorse e strumenti»

La ministra dell'Università e della Ricerca all'inaugurazione del 401esimo anno accademico dell'Università di Cagliari

di Redazione Scuola

2' di lettura

«Quando si parla di educazione alla pace non significa solo dare le basi fondamentali ai giovani per capire quali sono i meccanismi, le cause, gli elementi che possono caratterizzare una guerra, che cosa può causarla. Educare alla pace vuol dire, soprattutto, evitare la guerra, evitare che si creino situazioni di malessere. Educare alla pace vuol dire evitare quel disagio generale, che può essere economico o sociale, che può essere una miccia verso una crisi del sistema democratico». A sottolinearlo è stato il ministro dell'Università e della Ricerca, Maria Cristina Messa, all'inaugurazione del 401esimo anno accademico dell'Università di Cagliari. «Le università in questo - ha osservato- hanno un ruolo fondamentale, una responsabilità senza pari, nel saper intercettare e interpretare in anticipo i cambiamenti sociali, nel saperne leggere le possibili evoluzioni, nell'indagare le necessità più o meno espresse, e a volte se espresse inascoltate, della società, nel lavorare per trovare delle risposte, nell'essere sul territorio con una presenza locale e un occhio sempre internazionale. Per avere un'università forte che sappia prendersi questa responsabilità dobbiamo darle tutti gli strumenti per farlo ed è quello che stiamo facendo con risorse e riforme.

Reclutamento

La responsabilità degli atenei nel reclutamento è centrale e - ha proseguito Messa- dobbiamo essere consapevoli di quanto, oggi, dobbiamo e possiamo fare perché sia ancora più forte, anche grazie alle risorse che sono ancora di più. Partiremo presto con un piano straordinario e un aumento del numero di docenti e del personale tecnico amministrativo che nel giro di 4 anni porterà a quasi 10.000 persone in più negli atenei oltre il turnover». Per Messa, inoltre, «se il problema del reclutamento è il concorso universitario dovremo affrontare anche il concorso universitario. Dovremo farlo, ne ho già parlato con la Presidenza del Consiglio, per essere il più possibile trasparenti di fronte alla società che ci ha dato questa grande responsabilità, questa volta anche con molte risorse. Questo è un monito molto importante: tutto questo sforzo per aumentare la forza delle Università è fatto perché si possa avere un maggior numero di laureati, un miglior rapporto tra numero di studenti e docenti, e perché il diritto allo studio sia il più possibile garantito e rafforzato».

Loading...

Scuola, tutti gli approfondimenti

La newsletter di Scuola+

Professionisti, dirigenti, docenti e non docenti, amministratori pubblici, operatori ma anche studenti e le loro famiglie possono informarsi attraverso Scuola+, la newsletter settimanale de Il Sole 24 Ore che mette al centro del sistema d'istruzione i suoi reali fruitori. La ricevi, ogni lunedì nel tuo inbox. Ecco come abbonarsi

Le guide e i data base

Come scegliere l’Università e i master? Ecco le guide a disposizione degli abbonati a Scuola+ o a 24+. Qui la guida all’università con le lauree del futuro e il database con tutti i corsi di laura

Lo speciale ITS

Il viaggio del Sole 24 Ore negli Its per scoprire come intrecciare al meglio la formazione con le opportunità di lavoro nei distretti produttivi delle eccellenze del made in Italy. Tutti i servizi

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter Scuola+

La newsletter premium dedicata al mondo della scuola con approfondimenti normativi, analisi e guide operative

Abbonati