Pasquetta con il maltempo

Meteo, allerta gialla in più Regioni. In Sicilia problemi per il vento forte


Pasquetta fuoriporta per il 40% degli italiani

2' di lettura

Pasquetta segnata dal maltempo, soprattutto al Centro-Sud, con venti di forte intensità e raffiche che hanno indotto la Protezione civile a dare l’allerta gialla per rischio burrasche e temporali in tre Regioni: Umbria, Molise e Lazio. L'allerta meteo del Dipartimento riguarda in particolare i settori costieri e tirrenici, per il persistere di venti forti o di burrasca sud-orientali, con raffiche fino a burrasca forte in estensione da questo pomeriggio anche su Sicilia e Calabria, con mareggiate lungo le coste esposte. Allerta gialla rispettivamente per oggi e fino alle 18 del 23 aprile anche in Campania e Puglia, disposta dalla Protezione civile regionale per rischio di vento forte su tutto il territorio con raffiche fino al grado di burrasca.

Maltempo in arrivo anche nel Nord Italia, acqua alta a Venezia
In peggioramento le condizioni meteo anche nel Nord Italia. In Veneto sono attese forti piogge per martedì, precedute da un possibile picco di acqua alta di 105 centimetri circa 50 minuti dopo la mezzanotte di oggi. Uno scenario confermato dal Centro meteorologico dell'Arpav, che sottolinea come domani ci sarà una «probabilità nel complesso alta (75-100%) di fenomeni in prevalenza diffusi e anche a carattere di rovescio o locale temporale, con delle pause soprattutto sulla pianura centro-meridionale e sulle Dolomiti». Sempre domani ma in Piemonte allerta gialla per precipitazioni intense previste dall'Agenzia Regionale per la Protezione Ambientale, con rischio di locali allagamenti e isolati fenomeni di versante. Il peggioramento del tempo inizierà dal tardo pomeriggio di oggi, con precipitazioni dal settore sudoccidentale in progressiva estensione sul resto del Piemonte dalla serata.

Isole Eolie senza collegamenti
In Sicilia, il forte vento di scirocco, che ha raggiunto i 60 chilometri l’ora, e il mare molto mosso, che ha toccato forza sette, tiene bloccati nel porto di Milazzo aliscafi e traghetti dirette alle isole Eolie. A causa delle avverse condizioni meteo le isole minori dell'arcipelago sono prive di collegamenti marittimi da due giorni. Le violente mareggiate hanno causato nuovi danni alle strutture portuali: colpiti dai marosi i primi pontili galleggianti di Marina Lunga, alcuni dei quali sono stati danneggiati. Disagi anche nel porto rifugio di Pignataro dove alcuni natanti hanno rotto le cime. Danni ingenti sono stati registrati anche nelle campagne per il forte vento, soprattutto nei vigneti. A Palermo si segnalano invece diversi interventi dei vigili del fuoco, tettoie divelte e danni alle auto.

Problemi sulla linea ferroviaria Messina-Palermo
Il maltempo in Sicilia ha creato problemi anche alla circolazione ferroviaria, sospesa in più punti sulla linea Messina-Palermo. Nel Messinese, interessato in particolare il tratto fra Caronia e Santo Stefano di Camastra per la presenza di un albero sui binari. La situazione sta gradualmente tornando alla normalità, dopo gli interventi dei tecnici di Rete ferroviaria italiana, del gruppo Fs italiane, nel corso della mattinata. Circolazione sospesa per qualche ora anche sulle due linee che collegano Barcellona e Patti, per guasti all'alimentazione elettrica dei treni causati dal forte vento e per la presenza di un telone sui fili fra le stazioni di Oliveri-Tindari e Novara-Montalbano-Furnari. Durante l'interruzione Trenitalia ha attivato un servizio sostitutivo con autobus fra Barcellona e Palermo e tra Cefalù e Messina.

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti