coronavirus e trasporti

Metro, treno, aerei: ecco - per immagini - come si viaggerà

La parola d’ordine è distanziamento. Con l’allentamento del lockdown tornano al lavoro 4,5 milioni di persone. Molti per raggiungere i loro impieghi dovranno utilizzare i mezzi di trasporto

di Nicoletta Cottone

Fase 2: ecco le 10 regole da rispettare sui mezzi pubblici

La parola d’ordine è distanziamento. Con l’allentamento del lockdown tornano al lavoro 4,5 milioni di persone. Molti per raggiungere i loro impieghi dovranno utilizzare i mezzi di trasporto


5' di lettura

La parola d’ordine della Fase 2 dell’emergenza coronavirus, dal 4 maggio, è il distanziamento. Con l’allentamento del lockdown tornano al lavoro in 4,5 milioni. Molti lavoratori per raggiungere i loro impieghi nell’industria, nell’edilizia e nel commercio all’ingrosso dovranno utilizzare i mezzi di trasporto, dalla metro, ai treni, agli aerei. Distanza, protezioni e sanificazione diventano quindi indicazioni imperative della mobilità. Come sedersi sui mezzi di trasporto? Il distanziamento sarà rigido, perché proprio i mezzi di trasporto potrebbero rappresentare un veicolo di contagio. Ecco la disposizione dei posti - per immagini - sui mezzi di trasporto e le precauzioni da prendere a bordo consigliate da Inail e Istituto superiore di sanità.

AUTOBUS

AUTOBUS

Autobus
Distanziati già dalla fermata. Sui bus alcune aziende hanno già individuato le regole da seguire. A partire dal distanziamento. Per esempio l’Atm, l’azienda di trasporto pubblico di Milano, ha pensato a realizzare una sorta di “segnaposto” con scritto in un cerchio rosso “Stai qui”, per garantire a chi è in attesa il rispetto della distanza di sicurezza. Si sale a bordo dalla porta centrale o da quella posteriore.Per tutelare l’autista non si potrà salire dalla porta anteriore. A bordo solo seduti, ma distanziati: non di fronte, accanto o in piedi. I posti utilizzabili saranno contraddistinti da una chiara segnaletica. Mascherina obbligatoria non solo per i passeggeri, ma anche per il conducente e il personale di controllo . Il personale di controllo dovràò anche indossare i guanti. I bus dovranno essere igienizzati e disinfettati ogni giorno ed è anche prevista la sanificazione periodica dei veicoli. Dove possibile saranno installati dispenser di soluzione idroalcolica per l’igiene delle mani. Lavarsi le mani resta la regola numero uno per evitare il contagio. L’acquisto dei biglietti si dovrà effettuare con modalità automatizzate.

TRENO

TRENO

Treni
Termoscanner nelle grandi stazioni per misurare la temperatura corporea dei passeggeri e netta separazione nelle stazioni delle porte di entrata e uscita, con percorsi a senso unico. Per garantire la distanza di almeno un metro fra i passeggeri, posti interdetti fin dalla operazione di prenotazione. Anche a bordo dovranno essere separate le porte di entrata e di uscita. A bordo saranno garantire igienizzazione e disinfezione su base quotidiana, oltre alla sanificazione periodica degli spazi comuni delle stazioni e dei treni. A bordo ci saranno dispenser di facile accessibilità per permettere l’igiene delle mani. Mascherina a bordo per i passeggeri, mentre gli addetti in stazione e a bordo dei treni dovranno indossare mascherine chirurgiche e guanti.

METROPOLITANA

METROPOLITANA

Metro
Flussi di entrata e uscita nettamente separati, con percorsi a senso unico nelle stazioni come per i treni. Si viaggia solo seduti, occupando sedili alternati. Una segnaletica ad hoc indicherà i i posti dove sedereanche tramite segnaletica, garantendo il distanziamento. La capienza massima deve essere limitata con ogni misura organizzativa e informativa per evitare rischi di assembramento. In fila distanziati ai tornelli e alle biglietterie. Obbligo di mascherina. Prevista una igienizzazione quotidiana e una sanificazione periodica degli spazi. E l’installazione di dispenser per l’igienizzazione delle mani. Gli esperti dell’Istituto superiore di sanità hanno specificato che lavarsi le mani è fondamentale per proteggersi dal coronavirus. Anche i biglietti saranno venduti con modalità automatizzate. Anche sulla metropolitana ci saranno porte di accesso andranno “differenziate per la salita e la discesa. Dovrà essere assicurato il distanziamento fra i passeggeri. Per gli addetti in stazione sono obbligatorie mascherine e guanti. I passeggeri dovranno indossare una una mascherina, anche di stoffa, per proteggere naso e bocca.

TAXI

TAXI

Taxi
Solo due passeggeri a bordo dei taxi, entrambi seduti sul divanetto posteriore. Vietato sedersi davanti accanto al conducente. Il posto in mezzo, sul divano posteriore, deve essere libero per garantire il distanziamento tra due passeggeri. Viene suggerito di 1,5 metri tenere parzialmente aperto il finestrino laterale, in quanto in un ambiente chiuso le particelle virali di una persona infetta o asintomatica si concentrano nell’ aria. Obbligo mascherina per i conducenti per limitare possibili contagi. Vengono preferiti i pagamenti contactless con App come MyTaxi e Satispay.

AEREO

AEREO

Aerei
In aeroporto netta separazione nell’accesso e nell’uscita, per evitare l’incontro fra flussi dei passeggeri. Percorsi a senso unico e contingentamento degli accessi per favorire la distribuzione del pubblico negli gli spazi comuni, evitando affollamenti nell’area prima dei controlli di sicurezza. Obbligo di distanziamento interpersonale di un metro a bordo degli aerei, non solo nel terminal, ma anche nelle facility aeroportuali, come per esempio la navetta per il trasporto passeggeri. Saranno adottato specifici piani per assicurare il distanziamento delle persone. Nelle aree dove in genere si formano le code una segnaletica a terra e dei cartelloni inviteranno i passeggeri a mantenere il distanziamento fisico. I passeggeri in aereo dovranno indossare la mascherina e i guanti. Per separare i passeggeri eliminazione dei posti intermedi e barriere protettive. Leva tariffaria per evitare assembramenti. Saranno igienizzati e sanificati terminal ed aeromobili, anche più volte al giorno. Tutti i gate di imbarco avranno erogatori di gel disinfettante. Attenzione anche agli impianti di climatizzazione per prevenire la contaminazione batterica e virale. Termo-scanner per i passeggeri in arrivo e in partenza nei grandi hub aeroportuali e controlli della temperatura al terminal d’imbarco, per le partenze, e alla discesa dall’aereo per gli arrivi in tutti gli aeroporti.

NAVE

NAVE

Navi
Più pulizia e disinfezione a bordo e nella aree a terra. Indispensabile mantenere la distanza minima di un metro - durante la navigazione e nelle operazioni di imbarco e sbarco - evitando congestionamenti e affollamenti. Ci saranno dispenser per la pulizia delle mani. Si dovranno evitare il più possibile i contatti fra passeggeri e personale di bordo, garantendo comunque il distanziamento. Obbligo di mascherina, anche di stoffa, per i passeggeri. Ci saranno informative per ricordare ai passeggeri le regole da rispettare.

Nel decalogo Inail le precauzioni da prendere
Regole da rispettare rigidamente. Inail ha messo a punto con l’Istituto superiore di sanità un decalogo con le regole principali.

1. Non usare il trasporto pubblico se hai sintomi di infezioni respiratorie acute (febbre, tosse, raffreddore).

2. Utilizza i mezzi di trasporto pubblico collettivo nei casi necessari, ad esempio per recarti al lavoro.

3. Prediligi forme alternative di spostamento ove possibile, come camminare o andare in bicicletta.

4. Acquista, ove possibile, i biglietti in formato elettronico, online o tramite app.

5. Durante il viaggio igienizza frequentemente le mani, anche utilizzando gli appositi dispenser ed evita di toccarti il viso.

6. Segui la segnaletica e i percorsi indicati all'interno delle stazioni o alle fermate mantenendo sempre la distanza di almeno un metro dalle altre persone.

7. Utilizza correttamente le porte dei mezzi indicate per la salita e la discesa, rispettando sempre la distanza di sicurezza.

8. Siediti solo nei posti consentiti mantenendo il distanziamento dagli altri occupanti.

9. Evita di avvicinarti o di chiedere informazioni al conducente.

10. È necessario indossare una mascherina, anche di stoffa, per la protezione del naso e della bocca.

Per approfondire
In cassa Covid quasi 7 milioni di lavoratori. Occupazione, si esaurisce il trend positivo iniziato nel 2015
Cig in deroga, in che regioni e perché l'assegno tarda ad arrivare
Fase 2 e trasporti: Inail-Iss, con riaperture 700.000 lavoratori su mezzi pubblici. Ecco le 10 regole da rispettare

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti