Gaming

Microsoft compra il big dei videogiochi Activision Blizzard per 68,7 miliardi

L’operazione avverrà al prezzo di 95 dollari per ogni azione della società di videogame, per un valore complessivo di 68,7 miliardi di dollari

di Monica D'Ascenzo

3' di lettura

Microsoft cresce nei videogiochi conquistando Activision Blizzard con un’operazione del valore complessivo di 68,7 miliardi di dollari. Lo annuncia il colosso di Redmond in una nota, sottolineando che Microsoft pagherà 95 dollari per ogni azione Activision. Il deal, approvato dai consigli di amministrazione di entrambe le società, sarà tutto in contanti. Il titolo Activision Blizzard, alla notizia, è balzato a Wall Street di oltre il 37% in premercato, prima di essere sospeso per eccesso di rialzo.

«Il gioco è la categoria più dinamica ed eccitante dell’intrattenimento su tutte le piattaforme oggi e giocherà un ruolo chiave nello sviluppo delle piattaforme del metaverso» ha affermato Satya Nadella, presidente e ceo di Microsoft, aggiungendo: «Stiamo investendo notevolmente in contenuti, community e cloud di livello mondiale per inaugurare una nuova era di gioco che metta giocatori e creatori al primo posto e renda il gioco sicuro, inclusivo e accessibile a tutti».

Loading...

A seguito dell’acquisizione, Microsoft diventerà la terza società di giochi al mondo per fatturato, dietro Tencent e Sony. L’operazione, precisa la nota del gruppo, include i franchise iconici degli studi Activision, Blizzard e King come “Warcraft”, “Diablo”, “Overwatch”, “Call of Duty” e “Candy Crush”, oltre alle attività globali di eSport attraverso Major League Gaming. L’azienda di videogame conta studi in tutto il mondo con quasi 10.000 dipendenti.

A livello di corporate governance la strategia scelta sarà quella della continuità e nulla cambierà nella società acquisita. La nota precisa, infatti, che Bobby Kotick continuerà a ricoprire il ruolo di ceo di Activision Blizzard e lui e il suo team proseguiranno nel rafforzare ulteriormente la cultura dell’azienda e accelerare la crescita. «Per oltre 30 anni i nostri team incredibilmente talentuosi hanno creato alcuni dei giochi di maggior successo» ha osservato Kotick, concludendo poi: «La combinazione del talento di livello mondiale di Activision Blizzard e dei franchise straordinari con la tecnologia, la distribuzione, l’accesso al talento di Microsoft, la visione ambiziosa e l’impegno condiviso per i giochi e l’inclusione contribuiranno a garantire il nostro continuo successo in un settore sempre più competitivo».

Una volta concluso l’accordo, l’attività di Activision Blizzard riporterà a Phil Spencer, ceo di Microsoft Gaming. «I giocatori di tutto il mondo adorano i giochi Activision Blizzard e crediamo che i team creativi abbiano davanti a sé il loro miglior lavoro» commenta Spencer, proseguendo poi: «Insieme costruiremo un futuro in cui le persone possono giocare ai giochi che vogliono, praticamente ovunque vogliono».

La quota di mercato di Activision Blizzard

Con tre miliardi di persone che giocano attivamente oggi e una nuova generazione che sta crescendo nell’intrattenimento interattivo, i videogiochi sono la forma di intrattenimento più grande e in più rapida crescita in questo momento. I dispositivi mobili sono il segmento più grande dei giochi, con quasi il 95% di tutti i giocatori a livello globale che giocano attraverso il cellulare.

L’acquisizione rafforza anche il portafoglio Game Pass di Microsoft con l’intenzione di lanciare i giochi Activision Blizzard in Game Pass, che ha raggiunto un nuovo traguardo di oltre 25 milioni di abbonati. Con i quasi 400 milioni di giocatori attivi mensili di Activision Blizzard in 190 Paesi e franchise da tre miliardi di dollari, questa acquisizione permetterà a Game Pass di posizionarsi sul mercato con una maggiore presenza.

Al termine dell’operazione, Microsoft disporrà di 30 studi di sviluppo di giochi interni, oltre a ulteriori capacità di pubblicazione e produzione negli eSport. La transazione è soggetta alle consuete condizioni di chiusura e al completamento della revisione normativa e all’approvazione degli azionisti di Activision Blizzard. L’accordo dovrebbe concludersi nell’anno fiscale 2023 e alla chiusura avrà un impatto positivo sugli utili per azione, secondo quanto si legge nel comunicato di Microsoft.


Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti