Videogiochi

Microsoft presenta ufficialmente Project Scarlett e lancia la sfida a Google

di Luca Tremolada


default onloading pic

4' di lettura

Si chiama Project Scarlett e uscirà a Natale del 2020. Nel giorno della presentazione ufficiale di Project XCloud, l'attesa piattaforma di streaming di Microsoft viene annunciata una generazione di macchine da gioco, la quarta per l'esattezza della storia di Xbox.

Siamo all'E3 a Los Angeles, il primo senza Playstation (l'attore che controlla il mercato console), il primo dell'era del cloud gaming e forse l'ultimo senza la presenza ufficiale di nuovi attori come Google, Amazon e forse Apple. L'industria del videogioco che secondo PwC continua a correre anno a su anno a un tasso del 18% (su scala globale) ha raggiunto quota 118 miliardi di dollari. L'orizzonte è quello di una offerta di videogiochi in streaming, multi-device e multi-generazionale. Tradotto, i videogiochi sono concepiti sempre di più come un servizio che passa attraverso Windows 10, Xbox e mobile anche con forme di abbonamento alla all you can eat.

“Più giocatori, più creatori e nuovi attori: mai l'industria del videogioco è stata così creativa”: Phil Spencer, il numero uno di Xbox sul palco del Microsoft Theatre la prende da lontano. Il gigante di Redmond risponde al gigante di Mountain Views che nei giorni scorsi ha presentato a grandi linea la propria offerta di cloud gaming con una console nuova e con il lancio a ottobre di Project XCloud. “Due mesi fa abbiamo coinvolto tutti gli sviluppatori di Xbox nel Project xCloud - ha spiegato il capo di Xbox, Phil Spencer. Ora, il servizio di streaming della console “trasformerà la tua Xbox One nel tuo server xCloud personale e gratuito”. Secondo Microsoft, potrai giocare in diretta con l'intera libreria Xbox One, compresi i giochi da Xbox Game Pass, a una varietà di dispositivi. “La console è vitale”, ha chiarito però Spencer per dire che dall'hardware non si sfugge.

Ecco Halo Infinite per Project Scarlet

Cosa sappiamo di Project Scarlett. Il nome non sarà quello definitivo. La nuova macchina da gioco progettate e ottimizzata per il gaming, come ha sottolineato il numero uno di Xbox, ariverà sul mercato a fine 2020 e tra i titoli di lancio figurerà Halo Infinite. Poche le informazioni tecniche, sappiamo però che sarà in grado di supportare la risoluzione 8K e i 120Hz, monterà un memoria SSD per velocizzare i tempi di caricamento. Avrà un processore Zen 2 e una GPU Navi realizzate in collaborazione con AMD, e moduli di memoria Ram GDDR6. La console supporterà inoltre la tecnologia Ray-Tracing e sarà retrocompatibile. Secondo quanto affermato, Project Scarlett sarà ben 4 volte più potente di Xbox One X.

Cosa è Project xCloud. Annunciato l'anno scorso il servizio di streaming di Microsoft si appoggia all'infrastruttura cloud Azure presente in 140 Paesi nel mondo. Già l'anno scorso era in grado di trasmettere in diretta 3.500 giochi dal cloud, ora il servizio sarà a disposizione dei giornalisti per una prima prova. Come Xbox One è compatibile con tre generazioni di giochi così Project xCloud. Quello tra Microsoft e Google e uno scontro di “nuvole” ed è pesante. I giochi per essere giocati in diretta hanno bisogno di essere ospitati direttamente nei datacenter di questi giganti. La rete Azure di xCloud permetterà non solo di giocare a un titolo in streaming, ma di adattare il gioco alle varie necessità: ospitando una partita in multiplayer su un singolo server per ridurre la latenza, o adeguandosi all'hardware sul quale verrà eseguito, a tutto vantaggio del singolo utente. Non è stato ancora rivelato prezzo e specifiche tecniche ma se fosse confermato l'accesso a 14,99 euro all'interno catalogo e una distribuzione davvero multi-device (pc, Mac, smartphone e tv) la partita per Microsoft sarebbe in discesa.

Cosa è Project xCloud

Il modello all-you-can-eat. Per quanto riguarda l'abbonamento cresce l'offerta all-yo- can-eat di Microsoft. Xbox Game Pass per pc annunciato il mese scorso entra in fase Beta con nuovi giochi e tutta la serie Halo. Con l'app Xbox per PC, per 3,99 euro al mese, si potrà giocare a una selezione di giochi su computer con Windows 10. Pc e console saranno integrate sotto l'ombrello di Xbox Game Pass Ultimate, che al prezzo di 14,99 dollari al mese comprenderà le due offerte e l'abbonamento a Xbox Live Gold e quindi l'accesso a oltre cento giochi Xbox 360 e Xbox one e Pc.

Le esclusive e i giochi presentati. Sessanta nuovi giochi, quattordici provenienti dagli studi di proprietà e 34 nuovi titoli per l'abbonamento Xbox Game pass. La notizia più gorssa e la più attesa però è legata a Halo Infinity. Dopo quattro anni la serie di maggiore successo della storia di Microsoft uscirà con Project Scarlet nel 2020. L'altro titolo atteso era Gears 5 che uscirà il 10 settembre anche su abbonamento. Insieme a una serie di modalità tutte legate alla serie sparatutto in terza persona.

L'anno scorso era stata annunciato una rilevante campagna acquisti che ha visto l'ingresso in Microsoft di sette studios tra cui Undead Labs, Ninja Theory, Obsidian Entertainment, Compulsion Games, and Playground Games. Si aggiunge Double Fine Productions di Tim Schafer (presente sul palco). Il creatore di Monkey Island, Grim Fandango e di Brutal Legend, solo per fare tre nomi è sicuramente un acquisto pregio. Tra gli altri da segnalare: The Outer Worlds di Private Divsion si presenta divertente come i romanzi cyberpunk di una volta (uscirà nell'ottobre di quest'anno). Di Ninja Theory hanno mostrato Bleeding Edge: battaglie multiplayer corpo a corpo che fa un po' il verso almeno nell'estetica dei personaggi a Overwatch. Ori and the will of wisps è come intuibile il seguito del suggestivo Ori (uscirà a febbraio dell'anno prossimo). Il gioco di Blair Witch Project, quello della strega per intenderci, che sembra davvero terrificante, nel senso buono del termine. Di 12 Minutes c'è un thriller interattivo che curiosamente sembra non banale anche grazie ai contenuti dei dialoghi e alla scelta di guardare al gioco dall'alto come se fosse una casa di bambole. Elden Ring invece sembra nato da una relazione inquieta tra Dark Souls e il Trono di Spade. Dietro ci sono proprio loro: George R.R. Martin l'autore del celeberrimo romanzo fantasy e Hidetaka Miyazaki, l'inventore di Dark Souls. Infine, un nuovo Minecraft, un nuovo Dragon Ball, una espansione in chiave Lego di Forza Horizon 4. L'applauso più forte però è arrivato a Kanu Revees che sarà protagonista di Cyberpunk 2077 che uscirà il 4 aprile dell'anno prossimo e sul palco del Microsoft Theatre ha avuto il buongusto di prendersi un po' in giro.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...