ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùDalla Libia

Migranti, 489 soccorsi dalla Guardia costiera. Altro gommone alla deriva

Il soccorso di alcuni migrandi al largo di Lampedusa dopo il naufragio della loro imbarcazione - Ansa

2' di lettura

L’arrivo è previsto per la prima mattina, al molo Norimberga di Messina. Si tratta dei 104 migranti a bordo del pattugliatore Monte Cimone della Guardia di Finanza. I migranti facevano parte di un gruppo più numeroso di 489 persone che si trovavano su un barcone, partito dalla Libia, soccorso dalle motovedette della Guardia Costiera a sud di Porto Palo. I profughi sono stati poi suddivisi su più unità navali: 180 persone al porto di Augusta, 205 a Catania e 104 a Messina.

Gommone alla deriva

L’emergenza umanitaria è continua. Un gommone con 45 migranti a bordo è alla deriva al largo di Zawiya, in Libia. Lo riferisce Alarm Phone. “Siamo in contatto con un gruppo in difficoltà su un gommone. Riferiscono che il motore si è rotto. Stiamo cercando di contattare la cosiddetta Guardia Costiera libica, ma nessuno risponde al telefono”, si legge in un tweet del gruppo.

Loading...

Morti in Tunisia

Sull’altra sponda del Mediterraneo, le autorità tunisine hanno trovato domenica scorsa quattro corpi, tra cui quello di una donna incinta, sulle coste di un’isola dell’arcipelago delle Kerkennah. Secondo le stesse autorità, lo stato di decomposizione dei cadaveri farebbe risalire la loro morte ad un naufragio di diversi giorni fa, ha detto il procuratore regionale di Sfax Faouzi Masmoudi.

Tutte le vittime sono di origine sub-sahariana e si tratta, in particolare di tre uomini e una donna. Secondo le autorità tunisine, i migranti sarebbero partiti in barca dalla Tunisia o dalla vicina Libia cercando di raggiungere le coste europee. Sono state avviate le indagini per cercare di capire cosa ne sia stato degli altri passeggeri della barca. I media tunisini avevano accennato alla presenza del corpo di una bimba nello stesso luogo del ritrovamento degli altri corpi, ma il procuratore di Sfax ha affermato che i corpi rinvenuti sono tutti di persone adulte.

Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti