riunione del Consiglio esteri

Migranti, Alfano: l’Ue torna protagonista in Africa

di Nicola Barone

(EPA)

2' di lettura

L’Ue riacquisisce protagonismo «con un proprio e forte attivismo. Questa è la notizia di oggi: l'Europa torna protagonista nel rapporto con l'Africa». Dice così Angelino Alfano lasciando la riunione del Consiglio esteri, alla quale ha partecipato il nuovo presidente della Commissione dell'Unione Africana, Moussa Faki. «Erano anni che non si faceva un incontro come quello di oggi», annota il titolare degli Farnesina. «Quindi questo è un giorno importante proprio perché rappresenta il momento in cui riparte una strategia anche in termini di dialogo ad alto livello e non solo di accordi bilaterali tra i paesi o solamente economici in termini di Fondo per l'Africa».

A luglio una riunione tra i Paesi di transito
Parlando della proposta dei responsabili degli Interni italiano e tedesco per una missione europea al confine tra Libia e Niger, Alfano aggiunge che a livello bilaterale è stato firmato un accordo col Niger e il 6 luglio verranno ospitati a Roma i ministri degli Esteri dei Paesi di transito. «Occorre rafforzare adesso il dialogo non bilaterale con i singoli Paesi ma in quanto Europa. Ed è quello che stiamo facendo qui, cioè spingere sempre di più l'Unione ad andare avanti in una direzione che sia una direzione unitaria dell' Europa e non frazionata tra i singoli Paesi. Ma comunque, aspettando l'Europa, noi ci siamo portati avanti col programma e siamo già lì ad aver firmato col Niger e ad organizzare a luglio una riunione tra i Paesi di transito dell'Africa e alcuni Paesi europei».

Loading...
Migranti: Mattarella, quanta intolleranza su tragedie

«Nostra Marina campione mondo di salvataggi»
«Noi abbiamo sempre avuto un'altissima considerazione della nostra Marina militare. La riteniamo straordinariamente capace di compiti umanitari che l'hanno resa sempre più campione del mondo di salvataggi e di operazioni umanitarie. E non cambiamo la nostra opinione sulla reputazione che la Marina militare merita». Questa invece la posizione di Angelino Alfano circa le indiscrezioni pubblicato dal settimanale tedesco Der Spiegel, secondo il
quale il comandante dell'operazione «Sophia», Enrico Credendino, avrebbe consentito un traffico di armi illegalmente condotto in Libia con una barca “coperta” (questo il sospetto) da una sorta di immunità perché collegata al governo di unità nazionale di Al Serraj.

Ue primo investitore e partner commerciale
L’alta rappresentante per la politica estera e di sicurezza Federica Mogherini ha indicato che la Ue «vuole dare un nuovo slancio al parternariato strategico con l'Africa» andando quindi al di là della semplice fornitura di doni e prestiti. Ue e Africa stanno preparando il vertice bilaterale ad Abidjan fissato a novembre. La Ue ha predisposto programmi specifici per fronteggiare la situazione economica e l'emergenza sciale nei Paesi di transito dei migranti con Etiopia, Mali e Nigeria. L’Ue è il primo investitore e partner commerciale dell’Africa e la prima fonte di provenienza dei fondi di africani riportati nel continente africano.

Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti