Casa: città e quartieri in cui comprare per mettere a reddito

2/9Mercato

Milano

default onloading pic
(faber121 - stock.adobe.com)

La domanda di abitazioni a Milano è concentrata sul bilocale che raccoglie il 45,1% delle richieste a conferma dell’attrattività che la città ha per gli investitori che si orientano soprattutto su monolocali e bilocali. Secondo Tecnocasa il 27,4% degli acquisti su Milano sono per investimento.

I bilocali viaggiano ormai, nelle zone centrali, tra 250mila e 300mila euro, ma i valori salgono ulteriormente per oggetti ristrutturati.

“Mercato decisamente dinamico per questa tipologia di affitti le zone non lontane dai Navigli quali Porta Genova, viale Coni Zugna e le vie Solari, Savona e Tortona – dice Megliola -. In Porta Romana si riscontra un aumento degli investitori alla ricerca di tagli da frazionare così come affitti a breve si registrano nella zona di via Gioia e via Ponte Seveso anche perché non lontano dalla Stazione Centrale”. Ci sono anche zone meno centrali, al di fuori della circonvallazione dove passano la 90 e la 91, che riscuotono interesse da parte di giovani e artisti. È il caso di Nolo, zona che oltre Loreto si spinge verso viale Monza e verso Ferrante Aporti, via che costeggia la Stazione centrale. Qui i prezzi sono saliti negli ultimi due anni, ma si affitta con facilità.

Secondo Idealista a Milano il rendimento da affitto arriva al 6,8%, tra i più alti se si considerano i grandi centri italiani.

Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter RealEstate+

La newsletter premium dedicata al mondo del mercato immobiliare con inchieste esclusive, notizie, analisi ed approfondimenti

Abbonati