lombardia

Milano, apre la nuova terapia intensiva hi-tech dell’Ospedale Sacco

A margine dell’inaugurazione, l'assessore lombardo al Welfare Giulio Gallera parlando della possibile riapertura dei confini regionali il 3 giugno, ha indicato l’8 giugno come data chiave per fare una valutazione complessiva su quella che è la diffusione dei contagi

di Francesca Cerati

default onloading pic

A margine dell’inaugurazione, l'assessore lombardo al Welfare Giulio Gallera parlando della possibile riapertura dei confini regionali il 3 giugno, ha indicato l’8 giugno come data chiave per fare una valutazione complessiva su quella che è la diffusione dei contagi


2' di lettura

Come promesso, due mesi dopo l’annuncio, è stato inaugurato il nuovo padiglione di terapia intensiva altamente tecnologico dell’Ospedale Sacco di Milano.

Radicalmente rinnovata e dotata delle più moderne strumentazioni tecnologiche - grazie alla donazione di 3 milioni di Ceetrus Italy in cordata con ImmobiliarEuropea e Sal Service - costituirà un punto di riferimento a livello nazionale e internazionale per la gestione dei pazienti più critici affetti da Covid-19.

Dieci i posti letto, che si sommano alle 30 terapie intensive del reparto di malattie infettive, progettati per la cura di pazienti con patologie infettive a elevata diffusibilità e pericolosità e/o immunodepressi. Sei stanze di degenza isolate da zone filtro garantiscono invece il massimo livello di bio-contenimento grazie a un modernissimo e sofisticato sistema di ricambio d'aria che mantiene l'ambiente costantemente a pressione negativa o positiva a seconda delle necessità sanitarie, proteggendo così sia i pazienti che gli operatori sanitari. La pressione negativa consente infatti all'aria che entra di venir aspirata, in maniera tale che i droplet vengano rimossi. Non solo. Grazie ai monitor e alla connessione wifi, gli opeartori sanitari possono intervenire sul paziente anche da remoto e permettere ai parenti di vedere e interagire con il ricoverato.

Gli altri quattro posti letto saranno invece dotati di flussi laminari e disposti in un open space flessibile. All'interno dell'area intensiva è stata realizzata una emergency room schermata che consente l'uso dell'intensificatore di brillanza, dove sarà possibile effettuare manovre invasive, piccoli interventi e procedure diagnostiche senza la
necessità di trasferire un paziente infetto fuori dalla rianimazione ed evitando così di contaminare altre aree dell'ospedale.

Accanto all'area protetta di degenza sono stati ristrutturati e ampliati tutti i locali di supporto (spogliatoi, bagni, docce) che permetteranno il passaggio di oltre 80 operatori fra medici, infermieri e professionisti in formazione.

All’inaugurazione era presente anche l’assessore al Welfare Giulio Gallera che sul tema della possibile riapertura dei confini regionali il 3 giugno ha ipotizzato uno slittamento di una settimana: «C’è un governo, ci sono degli indicatori raccolti a livello nazionale, lavoriamo tutti insieme - ha detto -. Io dico che ci vuole ancora prudenza per capire se siamo in una fase nuova e diversa oppure no. Per fare una valutazione complessiva su quella che è la diffusione dei contagi della fase 2 la data chiave è l'8 giugno».

A proposito della riapertura dei confini regionali, il viceministro della Salute Pierpaolo Sileri, a margine dell’inaugurazione, ha detto: «Dobbiamo aspettare i dati che in questo momento la cabina di regia del ministero sta valutando. In base ai criteri saremo in grado di dire come saranno le riaperture. Precisando che: «Abbiamo avuto ottimi dati nel primo report, ottimi dati nel secondo, e quindi si possa procedere sempre con cautela alla riapertura il tre giugno. Non mi sembra - ha aggiunto - che in una settimana ci siano stati dei cambiamenti in senso negativo o drammatici. Questo report verrà fatto una volta a settimana quindi ciò non toglie che nelle settimane a venire in caso di variazioni possano essere necessari passi indietro chirurgici laddove necessario. Speriamo che non ci siano».

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti